Atalanta-Bologna per vincere la pressione della Roma ed è anche il ricordo di Sartori-Congerton

Si gioca oggi pomeriggio alle 18, al Gewiss Stadium di Bergamo. Diretta Dazn

62

Il Bologna arriva in un momento assai delicato. L’Atalanta sente la pressione – forte – di una Roma che sta risalendo la china in modo veloce, da quando c’è De Rossi alla guida.

Dopo due partite così-così giocate a San Siro con Milan e Inter i nerazzurri hanno bisogno di ritrovare le proprie certezze: bel gioco e traccianti per la via del gol.

forbes

Il Gewiss Stadium sarà esaurito, perché l’appuntamento è di quelli che gli appassionati di calcio definiscono importante. Di sicuro, se tutto andrà come dev’essere, sarà una gran bella partita di calcio giocata da due squadre che mettono in mostra l’estetica più bella di questo gioco.

Thiago Motta e Gasperini, il moderno e l’antico, l’allievo e il maestro. I due si stimano e in cuor loro tenteranno qualche sortita per sorprendersi vicendevolmente. Tutto a vantaggio di quanti potranno ammirare questa partita.

Il pensiero corre anche al dietro le quinte. Questa gara arriva in una settimana particolare. Da venerdì, infatti, tra lo staff dell’Atalanta non c’è più Lee Congerton, l’uomo che si occupava del mercato internazionale. Se ne è andato in Arabia Saudita a lavorare in un clima dove l’infinito economico domina ed è messo a disposizione del suo lavoro. Chissà cosa potrà combinare da quelle parti. E tra lo staff dei rossoblù arriva il silenzioso Giovanni Sartori, che si è accasato in Emilia all’inizio della stagione scorsa. E che fino ad allora aveva fatto le fortuna dell’Atalanta. Oggi in maglia rossoblù ritroveremo lo svizzero Remo Freuler che ha lasciato un bellissimo ricordo a Bergamo e che ora sta facendo innamorare di sé i tifosi bolognesi. E se il Bologna è quello che è oggi, lo si deve anche a quest’uomo scovatore di talenti a poco prezzo che nel silenzio mette a disposizione degli allenatori. La bravura di ds-giocatore-allenatore fa il resto. E, infatti, il Bologna si trova in una situazione che la sua storia recente non aveva mai vissuto. Complimenti.

I tifosi si troveranno a vivere una settimana molto intensa. Dopo Bologna, infatti, mercoledì ci aspetta la gara di andata degli ottavi di finale di Europa League con lo Sporting a Lisbona. E domenica sarà la volta di giocarsela a Torino contro la Juve.
È adesso che viene il bello e non è tempo di perdere. La salita si fa dura, ma gli alpinisti veri sanno scalare le vette degli Ottomila anche senza, anzi, soprattutto senza l’aiuto dell’ossigeno. L’importante è che arbitri e Var non rovinino tutto. Buon divertimento a tutti.