Home Primo piano In evidenza Accoppiata azzurra sotto podio

Accoppiata azzurra sotto podio

232
0

Per uno slalomista restare fuori dal podio lascia sempre un pò di amarezza. Gli azzurri Manfred Moelgg e Patrick Thaler possono ritenersi soddisfatti del quarto e quinto posto nella gara tra i pali stretti disputata a Levi e vinta dallo svedese Andre Myhrer, al terzo successo consecutivo in slalom, con il tempo di 1’49″55. Al secondo posto l’austriaco Marcel Hirscher per soli 6 centesimi e il compagno di squadra Jens Byggmark per 61. L’Italia c’è, anche se nella seconda gara maschile della stagione si ritrova appena sotto il podio. Il migliore dei nostri è ancora una volta Manfred Moelgg, quarto a 73 centesimi dal vincitore e a 12 centesimi dal podio. Moelgg si è completamente ritrovato anche in slalom, dopo lo splendido podio di apertura della stagione nel gigante di Soelden. Altro azzurro in grande spolvero è Patrick Thaler, decimo a metà gara e capace di risalire fino al quinto posto finale a 95 centesimi dal vincitore.

Ancora due piazzati tra gli azzurri: Giuliano Razzoli si classifica al 13° posto finale, staccato di 1″65 da Myhrer, e in grado di risalire di 16 posizioni nella seconda manche. 21° il fassano Stefano Gross, decisamente non a proprio agio sulla neve collosa di Levi. Fuori nella seconda manche Cristian Deville, che doveva difendere l’ottava posizione ottenuta a metà gara. Per l’Atleta dell’Anno Fisi una brutta uscita dal cancelletto e l’immediata inforcata che ha messo fine alla sua gara. Aveva inforcato nella prima invece il giovane livignasco Roberto Nani, mentre non si era qualificato Riccardo Tonetti.

Per l’Italia di Jacques Theolier, dunque, la conferma di essere una delle squadre più forti nello slalom, insieme a Svezia e Austria. Oggi è mancato il podio, ma gli azzurri hanno tempo per salire ancor più nelle classifiche. La nota curiosa della giornata è che Manfred Moelgg si ritrova al secondo posto assoluto della classifica di Coppa del mondo con 140 punti, solo 10 in meno rispetto al titolare Marcel Hirscher: il segno più tangibile del ritorno del finanziere di San Vigilio di Marebbe. Al terzo posto niente meno che Ted Ligety.

Maria Hoefl-Riesch trionfa nel primo slalom femminile della stagione di Coppa del mondo disputato a Levi. La tedesca rimonta la finlandese Tanja Poutiainen nella seconda manche disputata sulla “Levi Black” e coglie il successo numero 24 della carriera (nono nella specialità) con una prova che non lascia spazio a recriminazioni. La Riesch, seconda a metà gara, cambia marcia nel momento decisivo e nessuna avversaria riesce a rimanere a contatto, soprattutto la Poutiainen che va in arretramento sul muro, rallenta il passo e si deve accontentare della piazza d’onore, staccata di 55 centesimi dalla vincitrice. Completa il podio la diciassettenne promessa americana Mikaela Shiffrin a 74 centesimi. L’Italia applaude con gioia il ritorno nella top-20 di Chiara Costazza. La trentina dopo due stagioni di tribolazioni a causa di un brutto infortunio al tendine d’Achille, ritrova la grinta dei bei tempi con un sedicesimo posto che le mancava da due anni e mezzo con una prova regolare. Nelle venti pure Irene Curtoni in diciannovesima posizione, mentre Federica Brignone, Nicole Gius, Manuela Moelgg e Michela Azzola non si sono qualificate per la seconda manche.

(fonte: FISI)

forbes