Home Bergamo Andrea Caloni il volley per passione

Andrea Caloni il volley per passione

61
0

Federica Sorrentino

Andrea Caloni, vicepresidente di Agnelli Tipiesse e titolare dell’azienda di trasporti Cisaf, ha legato il suo nome all’Olimpia Pallavolo, diventando vicepresidente di Agnelli Tipiesse e confermandosi massimo sostenitore della società.

Com’è nato il rapporto con la famiglia Agnelli?

E’ una conoscenza di lunga data. Ho iniziato tre anni fa a seguire le partite con un amico che collabora con Angelo Agnelli. Quindi sono diventato loro sponsor con la mia azienda di trasporti. Il legame si è rafforzato nel corso della passata stagione, culminata con la conquista della Coppa Italia, anche se poi la pandemia ha costretto a interrompere le attività. Quest’anno, oltre a essere sponsor della squadra nel frattempo diventata Agnelli Tipiesse, ho avuto il privilegio di ricoprire il ruolo di vicepresidente ed essere ancora più coinvolto nelle dinamiche societarie.

Quest’anno Olimpia ha unito le forze con Cisano Bergamasco per costruire una squadra che potesse competere ad alto livello. La risposta è arrivata dal campo con una imbattibilità ancora in corso e la leadership in campionato. Si aspettava una tale performance?

Sinceramente no. E’ stata fatta la scelta di unirsi per avere una squadra ancora più competitiva, puntando anche sui giovani. Dopo le ottime prestazioni della passata stagione, ci si augurava di continuare a vincere. Non mi aspettavo, a dire il vero, una squadra così forte. I giocatori sono molto motivati e forti dal punto di vista mentale.

Secondo lei, quali sono gli elementi che fanno la differenza e aiutano a sostenere un progetto sportivo agonistico?

Dietro ogni successo non piò che esserci una società solida con linee guida chiare, obiettivi precisi e visione lungimirante. E, insieme a una buona dirigenza, ovviamente i giocatori giusti da amalgamare, che abbiano la capacità di esprimere al meglio le loro doti nel gioco di squadra.

Cosa si augura per questa stagione?

Giocheremo ancora la coppa Italia e proveremo a rivincerla. Nel frattempo, di turno in turno, verificheremo le nostre capacità di imporci. Magari, capiterà prima o poi di interrompere la serie di successi. Non ne faremo un dramma, se sarà per una volta. Importante è dare continuità ai risultati, esprimersi sempre ad alto livello. Sono molto soddisfatto dell’andamento di questo campionato e contento per quanto i giocatori vedano premiato il loro impegno. Anche noi abbiamo avuto problemi con il Covid e non avere giocato ha reso più difficile il cammino. Invece sono stati bravi a mantenere la concentrazione.