L’Atalanta passa anche a Verona in una partita assai combattuta. Successo ottenuto in rimonta, con i gol di Miranchuk e Koopmeiners, entrambi titolari al Bentegodi, che hanno risposto al vantaggio scaligero di Simeone. Ruolino di marcia impressionante della squadra di Gasperini, che ottiene l’ottava vittoria in trasferta in questo campionato, con l’aggiunta del pareggio ottenuto a San Siro con l’Inter. L’Atalanta sale a 37 punti e avvicina il vertice della classifica. Partita di grande intensità, che si accende a metà primo tempo quando il Verona passa in vantaggio con Simeone che da posizione angolata supera Musso, il quale alla mezz’ora gli nega il raddoppio. Scampato il pericolo, l’Atalanta cambia marcia prendendo campo nell’ultimo quarto d’ora e, dopo un palo colpito da Pasalic, pareggia con Miranchuk, il russo schierato da Gasperini al posto dello squalificato Malinovskyi, servito in area da Pezzella, anch’egli titolare sulla fascia sinistra. Nel secondo tempo, con Zapata e Ilicic al posto di Muriel e Pasalic, l’Atalanta trova il gol del vantaggio con Koopmeiners che scarica il suo sinistro da fuori area con pallone che gonfia la rete dopo la deviazione decisiva di Tameze. Il Verona prova a reagire. E’ ancora Simeone a minacciare la porta di Musso con un tiro a fil di palo. Nel finale Montipò nega il terzo gol a Hateboer. Finisce 2-1 per l’Atalanta, che conferma le qualità del proprio organico e riprende nel modo migliore il cammino in campionato, mettendo alle spalle la sconfitta con il Villarreal.

(commento di Federica Sorrentino)

La cronaca

Le scelte di Gasperini rivoluzionano le previsioni di formazione, influenzate dalle fatiche della partita di Champions giocata giovedì. Tra i giocatori di retroguardia il sacrificato è Palomino. Davanti a Musso giocano Toloi, Demiral e Djimsiti. Mediana olandese con De Roon e Koopmeiners, sulle fasce restano fuori Hateboer e Maehle a beneficio di Zappacosta e Pezzella. Con Malinovskyi squalificato, in avanti si rivede Miranchuk, schierato con Pasalic e Muriel. Nel Verona l’allenatore Tudor lascia fuori Barak e propone Lasagna con Caprari alle spalle di Simeone nel 3-4-1-2.

Nei primi cinque minuti l’Atalanta controllo bene le azioni veronesi, poi comincia a proporsi in avanti arrivando a concludere su corner con un colpo di testa di Djimsiti fuori bersaglio. Al 10’ Muriel prova l’imbucata in area per Pezzella, preceduto da Montipò. Al 17’ prima conclusione del Verona con una girata di Simeone bloccata da Musso. Un minuto dopo l’Atalanta perde palla e favorisce la ripartenza di Lasagna, che combina con Simeone e Caprari, il quale prova a piazzare il pallone sfiorando la traversa. Al 22’ il Verona passa con Simeone che scatta su lancio in profondità di Faraoni e da posizione defilata supera Musso. Il portiere non riesce a coprire l’angolo e il pallone gli passa sotto il braccio. Poi però alla mezz’ora compie una parata decisiva su conclusione ravvicinata di Lasagna. Al 33’ Toloi prende palla e serve Miranchuk, che tocca per Pasalic il cui tiro di stampa sul palo. Il pareggio arriva al 37’ con un’azione insistita di Pezzella che scambia con Muriel e serve Miranchuk, freddo a spostare il pallone sul sinistro e insaccare con un rasoterra angolato. Due minuti dopo Pasalic prova il tiro a giro, Montipò si allunga e devia in angolo. L’Atalanta continua a spingere e al 40’ ci prova Pezzella con mira alta. Su capovolgimento di fronte intervento decisivo di Demiral che strappa il pallone a Simeone al momento del tiro. Allo scadere del primo tempo, su calcio d’angolo del Verona, Zappacosta sventa un pericolo sul palo più lontano.

Nell’intervallo Gasperini avvicenda Zappacosta con Hateboer. Avvio di secondo tempo con Atalanta proiettata in avanti. Al 3’ tiro dalla distanza di Muriel che non impensierisce Montipò. Al 7’ Toloi appostato sulla linea di porta respinge una conclusione dell’ex Tameze, anticipando l’intervento di Musso. All’11’ Zapata e Ilicic subentrano a Muriel e Pasalic. Al 14’ Ilicic libera in area Demiral il cui tiro impatta su Montipò prima di ricalciare alto. Tudor risponde a Gasperini con due cambi: Ilic e Lasagna lascia il posto a Bessa e Veloso, che prova subito la conclusione. Al 17’ matura il vantaggio dell’Atalanta con Koopmeiners che da fuori arra calcia di sinistro imbeccando la gamba di Tameze. Tiro deviato con pallone che si insacca senza che Montipò possa intervenire. Si accende il duello tra Magnani e Zapata che al 22’ colpisce l’esterno della rete. Il difensore scaligero ha un’occasione di testa su azione da calcio d’angolo prima di essere sostituito da Sutalo, altro atalantino in prestito. Alla mezz’ora una palla persa a centrocampo favorisce la discesa di Faraoni, che vede il suo tiro deviato da Demiral. Su corner, Ceccherini di testa non lontano dal palo. Al 33’ esce Miranchuk per fare posto a Pessina, ex del Verona. Finale di partita a trazione anteriore per gli scaligeri dopo l’ingresso al 36’ di Cancellieri, subentrato a Ceccherini. Un minuto dopo tiro da venti metri di Simeone che fa la barba al palo. Al 39’ Pezzella costretto ad abbandonare per crampi, sostituito da Palomino. Al 40’ bordata di De Roon da fuori area che passa oltre la traversa. Al 43’ azione di forza di Zapata che affonda e sterza per servire Hateboer che tira in corsa e trova la risposta di Montipò.

VERONA-ATALANTA 1-2

Verona (3-4-1-2): Montipò 6.5 Casale 6 Magnani 6.5 (25’st Sutalo ) Ceccherini 6.5 (33’ Cancellieri ) Faraoni 6.5 Ilic 6 (15’ st Bessa 6) Tameze 6 Lazovic 6 Lasagna 6 (15’ st Veloso 6) Simeone 6.5 Caprari 5.5. A disposizione: Pandur, Berardi, Coppola, Cetin, Ruegg, Barak, Ragusa. Allenatore: Tudor

Atalanta (3-4-3): Musso 6 Toloi 6.5 Demiral 6 Djimsiti 6 Zappacosta 6 (1’ st Hateboer 6.5) De Roon 6.5 Koopmeiners 7 Pezzella 7 (39’ st Palomino sv) Miranchuk 7 (33’ st Pessina 6) Pasalic 6.5 (11’ st Ilicic 6) Muriel 6 (11’ st Zapata 6). A disposizione: Sportiello, Rossi, Lovato, Maehle, Freuler, Piccoli. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Sacchi 6 Assistenti: Raspolini e Berti. IV Uomo: Volpi. Var: Massa AVar: De Meo

Marcatori: pt 22’ Simeone 37’ Miranchuk; st 17’ Koopmeiners

Ammoniti: Ceccherini, Zapata, Caprari

Recupero: 0, 3

(Nella foto: la gioia di Koopmeiners dopo il gol – credits: atalanta.it/twitter)

forbes