Home Atalanta Atalanta schiacciaSassuolo

Atalanta schiacciaSassuolo

155
0

L’Atalanta ottiene una rotonda vittoria sul Sassuolo, ritrovando ritmo e gioco di macchina da gol. Cinque gol della squadra di Gasperini, due nel primo tempo e tre nella ripresa, che, a giochi fatti, ne ha concesso uno agli avversari, a riprova di un dominio assoluto esercitato per tutto l’arco della partita. Le reti portano le firme di Zapata, autore di una doppietta e arrivato a nove centri al Sassuolo da quando gioca a Bergamo, Pessina al primo gol con la maglia dell’Atalanta, Gosens e Muriel, ancora una volta a segno dopo essere subentrato dalla panchina. Nel conteggio anche un palo colpito da Zapata e un totale di 21 conclusioni verso la porta del Sassuolo, che ha chiamato in causa Gollini solo in due occasioni. Numeri che riflettono la netta superiorità della squadra di Gasperini, che ha sviluppato una costante fase offensiva producendo un efficace gioco di interdizione con la linea mediana e impedendo al Sassuolo di sfruttare l’arma della velocità

Con questa schiacciante vittoria l’Atalanta si porta a una sola lunghezza dagli emiliani con una partita in meno, quella che sarà recuperata a Udine il 20 gennaio.

La cronaca

Atalanta nella formazione annunciata, con Djimsiti, Romero e Palomino davanti a Gollini, De Roon e Freuler (con la fascia di caèitano) in mediana, Hateboer e Gosens sulle fasce, Pessina alle spalle di Ilicic e Zapata. Nel 4-2-3—1 di De Zerbi c’è Caputo terminale offensivo, con Berardi, Traorè e Boga sulla trequarti, Locatelli e Lopez coppia di centrocampo.

Sassuolo subito in proiezione offensiva e pericoloso dopo meno di un minuto con un inserimento in area di Muldur, fermato da Gollini in uscita. L’Atalanta inizia a risalire, ma alla conclusione arrivano ancora gli emiliani con Kyriakopoulos, che scarica il suo sinistro dal limite dell’area che Gollini respinge di pugno in angolo. A rompere gli indugi pensa Zapata che all’11’ riceve palla in area da De Roon, vince un rimpallo con Chiriches e con un rasoterra di destro mette alle spalle di Consigli. La squadra di De Zerbi prova a reagire puntando sulla ripartenza, ma è l’Atalanta a mantenersi costantemente in attacco e a sfiorare il raddoppio. Al 17’ si registra la doppia conclusione di Ilicic, la prima respinta da Consigli. Clamorosa occasione al 18’ quando Pessina viene raggiunto dal pallone lanciato in profondità da Djimsiti e si presenta solo davanti a Consigli, ma si fa precedere al momento della battuta a rete dall’intervento di recupero di Locatelli. Al 20’ ancora una doppia conclusione, di sinistro e destro, di Ilicic che non trova lo specchio della porta. Un minuto dopo Consigli nega il raddoppio a Hateboer, scattato in profondità sulla destram deviandone il tiro in angolo. Al 23’ su cross di Gosens in area, colpo al volo di Palomino che manda alto. Le azioni offensive dell’Atalanta, che fanno perno su Ilicic particolarmente ispirato si susseguono senza riuscire a finalizzarle. Al 35’ Zapata prima colpisce il palo di sinistro da posizione decentrata, poi colpisce di testa su cross di Ilicic sfiorando il montante. Allo scadere arriva il meritato raddoppio con Pessina che segna il primo gol con l’Atalanta calciando al volo da centro area su pallone pizzicato magistralmente da Ilicic. Prima del 2-0 il giallo a Romero che, diffidato, salterà la gara con il Parma.

A inizio ripresa, al 4’, il terzo gol messo a segno da Zapata, su delizioso e intelligente assist di tacco ad opera di Freuler in area. L’attaccante colombiano insacca di destro in scivolata, dal basso verso l’alto, anticipando la coppia di difensori centrali del Sassuolo. Per Zapata nove centri in maglia atalantina contro il Sassuolo. Al 10’ De Zerbi opera due sostituzioni inserendo Obiang per Lopez e Defrel per Caputo. Passano due minuti e arriva il quarto gol dell’Atalanta, firmato da Gosens. Azione avviata dalle retrovie da Romero che pesca Zapata, il cui tocco di testa viene raccolto dal laterale tedesco, rapido ad affondare centralmente e sorprendere Consigli con una conclusione dal limite dell’area che manda il pallone sotto la traversa e oltre la linea bianca. Al 17’ finisce la partita di Pessina e Ilicic, avvicendati da Muriel e Malinovskyi. E’ Muriel a firmare il quinto gol al 22’ su assist di Freuler che lo mette di fronte a Consigli, superato con un tocco di precisione. Alla mezz’ora in mischia il Sassuolo trova il gol della bandiera con Chiriches. Nel finale da registrar solo sostituzioni. Al 32’ Gosens e Djimsiti lasciano il posto a Ruggeri e De Paoli. Al 38’ Zapata lascia il posto a Miranchuk, nelle file del Sassuolo fuori Berardi per Raspadori e Traorè per Haraslin.

ATALANTA-SASSUOLO 5-1

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 6 Djimsiti 6.5 (32’ st De Paoli 6) Romero 7 Palomino 6.5 Hateboer 6.5 De Roon 7 Freuler 7 Gosens 7 (32’ st Ruggeri 6) Pessina 7.5 (17’ st Muriel 6.5) Ilicic 7 (17’ st Malinosvkyi 6) Zapata 7.5 (38’ st Miranchuk sv) A disposizione: Rossi, Sportiello, Sutalo, Caldara, Mojica, Lammers. Allenatore: Gasperini

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli 5 Muldur 5 Chiriches 4.5 Ferrari 5 Kyriakopoulos 5 Locatelli 5 Lopez 5 (10’ st Objang ) Berardi 5 (38’ st Raspadori sv) Traorè 5 (38’ st Haraslin sv) Boga 5 (23’ st Bourabia 5) Caputo 4.5 (10’ st Defrel 5). A disposizione: Pegolo, Magnanelli, Ayhan, Rogrio, Peluso, Toljan, Schiappacasse. Allenatore: De Zerbi

Arbitro: Maresca 6. Assistenti: Fiorito e Vecchi. IV Uomo: Pioccinini. Var: Irrati A Var: Pereti

Marcatori: pt 11’ Zapata 45’ Pessina; st 4’ Zapata 12’ Gosens 22’ Muriel 30’ Chiriches

Ammoniti: Hateboer, Romero, Chiriches, De Roon

Recupero: 0, 3

 

Commento post partita a cura di Federica Sorrentino

Video