Home Atalanta Atalanta vola sulle Rondinelle

Atalanta vola sulle Rondinelle

74
0

L’Atalanta espugna il Rigamonti con doppietta di Pasalic e sigillo di Ilicic, surclassando nettamente il Brescia, imponendo il proprio gioco e facendo segnare il 70% di possesso palla, nel solo primo tempo 16 tiri di cui 7 nello specchio della porta: una statistica impietosa per le Rondinelle, che accusano la sesta sconfitta consecutiva e restano all’ultimo posto in classifica. E’ il primo successo dell’Atalanta nei campionati di serie A sul campo del Brescia.

Gasperini temeva le insidie di questo derby, ma la partita è stata a senso unico, con l’Atalanta passata in vantaggio a metà primo tempo con un colpo di testa di Pasalic, che ha firmato anche il raddoppio al quarto d’ora della ripresa. Nel tempo di recupero il sigillo di Ilicic. Da conteggiare anche due pali colpiti dall’Atalanta e una traversa da Balotelli.

Davanti a Gollini, torna nell’undici titolare Masiello che occupa la posizione di destra con Palomino centrale e Djimsiti a sinistra. Pasalic fa coppia con De Roon in mediana, con Castagne e Gosens sulle fasce. In avanti Ilicic a supporto di Gomez e Muriel. Nel Brescia si rivede Balotelli, schierato in coppia con Torregrossa, Tonali è il regista basso nel 3-5-2.

La supremazia dei nerazzurri è subito manifesta. In soli 30 secondi l’Atalanta minaccia la porta delle Rondinelle, con Ilicic che ruba palla a Mangraviti e offre a Muriel, che, tradito da un rimbalzo, manda alto. Dopo un minuto colpo di testa debola di Gosens. Al 4’ combinazione tra Ilicic e Muriel con conclusione dello sloveno fuori bersaglio. Al 5’ assist di Ilicic per Gomez il cui sinistro viene contrato in corner da Sabelli. Due minuti dopo ci riprova il Papu ma il suo rasoterra è facile preda di Joronen. Al 12’ calcio di punizione per il Brescia da lunga distanza che Balotelli sfrutta malissimo. Al 14’ miracolo di Joronen che devia il pallone calciato al volo da Muriel su corner di Gomez e indirizzato all’incrocio dei pali. Atalanta padrona del campo e al 18’ manovra corale conclusa da Pasalic con tiro deviato in angolo. Al 25’ il primo pallone toccato da Gollini, con i piedi per gestire un retropassaggio. Al 26’, a conferma del dominio assoluto, l’Atalanta passa in vantaggio con Pasalic che colpisce di testa su cross di Castagne aggirando Cistana. Pieno e continuo possesso palla della squadra di Gasperini che torna a concludere ancora con Pasalic, il cui colpo di testa a campanile sorvola la traversa. Un minuto dopo rasoterra strozzato di Muriel che non impensierisce Joronen. Al 38’ prima sortita del Brescia con cross in area bergamasca e colpo di testa sbagliato di Romulo. Al 39’ corner di Gomez e il solito Pasalic gira di testa colpendo il palo. Poi calcia di sinistro Ilicic con Joronen ben piazzato. Il tiro di Tonali da fuori area al 42’ somiglia più a un drop rugbistico. Al 43’ Ilicic fa partire una saetta in diagonale senza inquadrare lo specchio della porta. Allo scadere conclusione di controbalzo di De Roon abbondantemente fuori. E’ l’episodio con cui si conclude il primo tempo, letteralmente dominato dall’Atalanta, con il 74% di possesso palla. Dopo l’intervallo il Brescia si presenta con piglio rinnovata e due conclusioni di Cistana e Balotelli che Gollini neutralizza senza difficoltà. Ben più pericolosa l’azione di Ilicic che offre un assist al bacio per De Roon che calcia centralmente. Dopo 5’ della ripresa Freuler subentra a De Roon. Atalanta sempre padrona del campo, ma più contenuta, rischia al 10’ quando la squadra di Grosso parte in contropiede liberando in area Balotelli, il quale fa tremare la traversa e anche venire i brividi sulla panchina nerazzurra.

Al 12’ cambio tattico di Gasperini che inserisce Malinoskyi al posto di Muriel. Al quarto d’ora l’Atalanta scaccia i fantasmi con una fine giocata di Ilicic che serve a centro area Pasalic, bravo e intelligente a colpire con il tacco e beffare Joronen. Al 18’ assist di Torregrossa per Balotelli che calcia secco dai 16 metri; bravo Gollini a bloccare. Su capovolgimento di fronte Ilicic a tu per tu con il portiere bresciano spreca l’occasione per segnare il terzo gol. Al 19’ Grosso inserisce Bisoli per Ndoj. L’Atalanta riprende a macinare gioco e al 23’ conclusione di Malinovskyi che centra il palo. Al 29’ Hateboer sostituisce Gosens, alle prese con le conseguenze di uno scontro di testa. Balotelli si procura un calcio di punizione dal limite dell’area ma il suo tentativo di trasformazione si ferma contro la barriera. Dopo la mezz’ora Grosso gioca la carta Donnarumma al posto di Torregrossa, suscitando le proteste della tifoseria. Senza punte di ruolo, la squadra di Gasperini prova ad aggirare la difesa bresciana con inserimenti. Al 40’ ultima sostituzione nelle file del Brescia con Morosini che prende il posto di Mangraviti. Nelle battute finali l’Atalanta controlla il match e arrotonda in contropiede con Ilicic in contropiede.

BRESCIA-ATALANTA 0-3

Brescia (3-5-2): Joronen 6 Chancellor 5 Cistana 5 Mangraviti 5 (40’ st Morosini sv) Sabelli 5.5 Ndoj 5 (19’ st Bisoli ) Tonali 5.5 Romulo 5 Martella 5 Torregrossa 6 ( 31’ st Donnarumma 5) Balotelli 5. A disposizione: Alfonso, Andrenacci, Mateju, Gastaldello, Magnani, Spalek, Zmrhal, Aye, Matri. Allenatore: Grosso

Atalanta (3-4-1-2): Gollini 6 Masiello 6.5 Palomino 6.5 Djimsiti 6.5 Castagne 7 De Roon 6.5 (5’ st Freuler 7) Pasalic 7.5 Gosens 6.5 (29’ st Hateboer 6) Ilicic 8 Gomez 6.5 Muriel 6 (12’ st Malinovskyi 6). A disposizione: Sportiello, Rossi, Arana, Ibanez, Barrow. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Doveri 6. Assistenti: Preti e Del Giovane. IV: Giua. Var: Fabbri Ass Var: Valeriani

Marcatori: pt 26’; st’ 15’ Pasalic, 45+2 Ilicic

Recupero: 1, 4

Ammoniti: Castagne, Torregrossa, Djimsiti, Malinovskyi