Home Primo piano ... Esercizi da fare in casa

Esercizi da fare in casa

33
0

Anthony Gil

La necessità di stare in casa per rispettare le
misure di contenimento del contagio di COVID-19
ha impatto sulla salute ed è importante
mantenerci attivi per il nostro benessere fisico e
mentale. Essere fisicamente attivi aiuta a ridurre
la pressione sanguigna e il colesterolo e può
ridurre significativamente il rischio di malattie
cardiache, ictus e diabete. Aiuta anche a
mantenere la massa muscolare e la densità ossea,
riducendo il rischio di sviluppare sarcopenia
(perdita di massa muscolare) e osteoporosi
(perdita di densità ossea).
L’attività fisica aiuta anche a far funzionare
efficacemente il sistema immunitario in quanto
elimina i batteri dai polmoni e delle vie aeree,
aumenta la circolazione dei globuli bianchi e la
temperatura corporea, il che aiuta il corpo a
combattere le infezioni.
Oltre ai benefici per la salute fisica, mantenersi
attivi è un ottimo modo per scongiurare alcuni dei
problemi psicologici associati all’essere rinchiusi
per un periodo prolungato. Essere attivi aiuta a
ridurre gli ormoni dello stress come il cortisolo e
promuove il rilascio di ormoni del benessere, come
le endorfine.
Secondo l’OMS, per “attività fisica” si intende
“qualunque movimento determinato dal sistema
muscolo-scheletrico che si traduce in un dispendio
energetico superiore a quello delle condizioni di
riposo”.
In questa definizione rientrano non solo le attività
sportive, ma anche semplici movimenti come
camminare, ballare, giocare, fare giardinaggio e
lavori domestici, che fanno parte della “attività
motoria spontanea”. Attività fisica. Quale e
quanta? Nel 2010 l’OMS ha fornito indicazioni sui
livelli di attività fisica raccomandati per la salute,
distinguendo tre gruppi di età – bambini e ragazzi
(dai 5 ai 17 anni); adulti (dai 18 ai 64 anni);
adulti/anziani (dai 65 anni in poi) – precisando per
ogni fascia di età il tipo, la quantità la frequenza,
la durata e l’intensità, di attività fisica necessaria
per mantenere la salute.
Bambini e adolescenti
L’attività fisica nei bambini e negli adolescenti
include il gioco, l’esercizio fisico strutturato e lo
sport e dovrebbe essere di tipo prevalentemente
aerobico, iniziando gradualmente e aumentando
durata, frequenza e intensità di volta in volta.
L’obiettivo giornaliero dei 60 minuti di attività
fisica può essere raggiunto in due sessioni da 30
minuti, con aggiunta di esercizi di rafforzamento
dell’apparato muscolo-scheletrico almeno 3 volte a
settimana.