FoppaNovaraIl Volley Foppapedretti Bergamo cede in casa al tie-break alla capolista Novara, ma disputa una partita convincente giocando alla pari e mancando d’un soffio il successo che avrebbe meritato. Il pubblico del PalaNorda ritrova la squadra capace di mettere in campo l’orgoglio e la determinazione, ma deve accontentarsi di applaudire le rossoblu che incamerano un solo punto nella corsa per risalire in classifica e rientrare tra le qualificate alla Coppa Italia. Il break positivo rimediato a Montichiari nella trasferta contro Club Italia, non senza aver abdicato nel primo set, aveva interrotto la serie negativa di tre match durante i quali le rossoblu hanno mostrato problemi soprattutto in ricezione e in generale cadute di tensione che hanno permesso alle avversarie di avere la meglio. Ricezione tornata a livelli decisamente buoni nella sfida contro Novara, che schiera le centrali Guiggi e Chirichella insieme alla schiacciatrice Caterina Bosetti e alla regista Noemi Signorile, il coach Lavarini propone la coppia centrale formata da Paggi e Albrecht, le schiacciatrici Barun, Plak e Gennari, Lo Bianco in regia e Cardullo libero. In avvio di match il risultato viaggia in perfetto equilibrio fino al 9 pari, quando Plak prima sbaglia una battuta e poi viene murata da Guiggi. Segue un fallo di formazione delle bergamasche che porta Novara a +3. Il sestetto di Lavarini si riavvicina a -1 (15-14), ma subito dopo cede due punti alle avversarie inducendo il tecnico a chiedere opportunamente il timeout. Ma due attacchi sbagliati consentono alle piemontesi di allungare a +5. Al pallonetto vincente di Barun segue la battuta a rete di Plak, subito avvincendata da Sylla. Un doppio errore in attacco di Gennari porta Novara sul 24-17. La reazione della Foppa regala due punti e comporta il timeout del coach Pedullà. Novara conquista il primo set con il muro vincente di Martina Guiggi (25-19).

Plak rientra in campo a inizio di secondo set per riformare il sestetto di partenza e si presenta con due servizi vincenti. E’ il segnale di una Foppa capace di tenere testa alle avversarie alternando il vantaggio fino a inanellare una serie vincente che la porta sul 9-6. Ma Novara pareggia i conti nel giro di tre scambi, commettendo poi una invasione a rete e attaccando fuori. Al timeout tecnico si arriva con la Foppa in vantaggio 12-10, grazie a un attacco vincente di Plak. Nelle file rossoblu entra in scena Frigo. Un suo primo tempo vale il 16-13 e il successivo muro vincente di Albrecht vale +4. Giallo nello scambio successivo quando gli arbitri giudicano buona una palla vistosamente fuori assegnando il punto a Novara, che commette due errori consecutivi consentendo alla Foppa di allungare (19-14). Il sestetto di Pedullà prova a rientrare portandosi a -3 (20-17). Dopo due punti per parte, un attacco fuori di Gennari riduce il vantaggio di Bergamo (22-20). Plak conquista un punto fondamentale da seconda linea e va alla battuta pesante consente a Barun di piazzare l’attacco vincente per il 24-20. La Foppa conquista il secondo set con il parziale di 25-22 con l’ennesimo punto di Barun.

Imperioso l’avvio di terzo set della Foppa che conquista i primi quattro punti. Dopo il timeout di Pedullà, Plak mette a segno altri tre attacchi vincenti e un muro per un incredibile 8-0. Dopo il secondo timeout del tecnico piemontese, arriva il primo punto per Novara, seguito però dalla fast di Frigo. Il sestetto di Pedullà prova la risalita portandosi sul 5-9. Si arriva al timeout tecnico con Foppa in vantaggio 12-7. Sul 15-10 un servizio vincente di Plak e un errore in attacco di Novara, seguito da un’invasione a rete spingono le rossoblu a +8 (18-10). La formazione piemontese torna a -5 per effetto di tre errori di Bergamo, che in breve risale a +8 (21-13). Sul 22-15 torna in scena Sylla e Albrecht piazza un diagonale potente e preciso. Segue un ace di Barun e il punto decisivo di Gennari per il 25-15 finale.

Quarto set decisamente più in equilibrio, anche con l’intermezzo di un altro evidente errore tecnico arbitrale. Sul 7 pari la Foppa realizza un parziale di 3-0 grazie a due servizi e un attacco vincenti. Le rossoblu arrivano al timeout tecnico in vantaggio 12-9. Novara, con un parziale di 5-2 pareggia i conti (14-14), ma negli scambi successivi paga due errori in attacco concedendo alle padrone di casa di portarsi sul 18-16. Foppa subito riagguantata e finale di set con risultato in bilico. Sul 21 pari c’è il muro vincente di Chirichella alla quale risponde Barun. Lo Bianco sbaglia la battuta, ma rimedia Plak. Il mani fuori di Malesevic regala il set-point a Novara, ma Gennari piazza la palla al vertice delle linee e rimette tutto in discussione. Malesevic riottiene un mani fuori e Fabris mette a segno il servizio vincente per il 26-24 che porta le squadre al tie-break.

Il quinto set inizia con due muri vincenti di Frigo. Fabris tiene in gioco Novara che fa 3-3. A spezzare l’equilibrio ci pensa Russeaux con due attacchi vincenti (7-5), ma Foppa reagisce e pareggia con Plak. Un attacco fuori di Barun fissa il parziale sull’8-7 per Novara prima del cambio di campo. Il risultato resta in equilibrio, ma Lavarini chiama il timeour sul 10-9 per le piemontesi, che alla ripresa del gioco trovano due punti consecutivi con Fabris. Le speranze di rimonta della Foppa si riaprono con la battuta fuori di Signorile. All’attacco vincente di Fabris risponde Plak, poi al termine di uno scambio vivacissimo la palla di Malesevic cade sul campo delle rossoblu per il 14-11 a favore di Novara. Foppa si porta a -1 con un attacco vincente seguito da un muro di Barun. Sul servizio di Frigo, clamoroso errore in ricezione di Bosetti, poi un attacco fuori di Fabris capovolge la situazione a favore di Bergamo (15-14). Dopo il timeout chiamato da Pedullà, la stessa Frigo sbaglia il servizio e poi Sylla attacca fuori per il nuovo ribaltamento. Decide un muro fuori di Albrecht che fissa il parziale sul 17-15.

Foppapedretti Bergamo-Igor Gorgonzola Novara 2-3 (19-25, 25-22, 25-15, 24-26, 15-17)

Foppapedretti Bergamo: Mori, Plak 24, Frigo 8, Gennari 8, Cardullo (L), Aelbrecht 9, Paggi, Barun-Susnjar 23, Lo Bianco 3, Mambelli n.e., Sylla. All. Lavarini

Igor Gorgonzola Novara: Rousseaux 4, Bruno (L) n.e., Wawrzyniak, Malesevic6, Guiggi 13, Cruz 9, Bonifacio n.e., Chirichella 12, Sansonna (L), Signorile 2, Bosetti 4, Mabilo n.e., Bosio, Fabris 25. All. Pedullà Arbitri: Luca Sobrero e Diego Pol

Durata Set: 24’, 29’, 24’, 30’, 20’ Muri: Bergamo 13, Novara 10 Battute Vincenti: Bergamo 7, Novara 7 Battute Sbagliate: Bergamo 14, Novara 19

forbes