Home Atalanta L’Atalanta ne fa 3 tre ai Ducali

L’Atalanta ne fa 3 tre ai Ducali

68
0

Seconda vittoria consecutiva nel 2021 dell’Atalanta che fa valere il fattore campo anche con il Parma, superato con il risultato di 3-0. Netta la supremazia della squadra di Gasperini che ha espresso un gioco efficace in una partita non spettacolare, ma interpretata con assoluta concretezza e la lucidità e concentrazione che l’allenatore ha richiesto ai suoi giocatori. In gol sia Muriel, schierato titolare e che ha sfruttato un assist in Ilicic, che Zapata, il quale gli è subentrato dopo l’intervallo e al primo pallone utile, dopo soli 3 minuti, ha fatto centro. Dopo il quarto d’ora il 3-0 firmato da Gosens che trasforma un assist di Zapata e arriva a quota cinque reti in campionato.

L’Atalanta ha continuato ad attaccare, alla ricerca del quarto gol che non è arrivato. Da registrare unico intervento del portiere Gollini nel finale di gara, a conferma del dominio esercitato sul Parma. Esordio per il neo acquisto Mahele, che ha mostrato di essere in ottima condizione arrivando a sfiorare il gol, e ritorno in campo per il difensore Mattia Caldara.

La cronaca

La formazione dell’Atalanta ricalca quella vista in campo con il Sassuolo. Gasperini recupera Toloi in difesa, dove è assente lo squalificato Romero, e schiera Muriel dall’inizio con Ilicic e Pessina a supporto. Liverani, che si presenta a Bergamo con la panchina traballante, rivoluziona i ducali avanzando Kurtic sulla linea offensiva del 4-3-3.

Prima del via, alle 15:08, fase di riscaldamento prolungata per consentire all’arbitro di risolvere un problema tecnica legato al collegamento con la sala Var. Dopo 5’ incursione in area di Ilicic che guadagna solo un calcio d’angolo senza esito. Dura meno di 10’ la partita di Karamoh, fermato da un infortunio muscolare e sostituito da Mihaila. L’Atalanta manovra senza trovare varchi, ma al primo vero affondo, allo scadere del quarto d’ora, matura il gol del vantaggio con Muriel. Grande merito di Ilicic che tiene palla e si destreggia sulla trequarti prima di confezionare l’assist centrale per il colombiano, che controlla e insacca in diagonale. Muriel ci riprova al 22’ ma la conclusione non impensierisce Sepe. Il gioco si sviluppa costantemente verso l’area parmense, dove l’Atalanta non arriva a finalizzare. Liverani invece deve rinunciare a Gagliolo, anch’egli vittima di risentimento muscolare, sostituito da Pezzella. La supremazia della squadra di Gasperini costringe il Parma alla costante copertura. A interrompere la sterilità nelle conclusioni ancora Muriel che al 38’ manda il pallone di poco oltre la traversa. Al 42’ inserimento in area di Gosens che raccoglie un cross di Ilicic e di testa manda alto. Dopo l’intervallo entrano in scena Zapata, che subentra a Muriel, e l’ex Cornelius al posto di Inglese. E Duvan Zapata impiega 3’ per scrivere il suo nome nella lista dei marcatori e al primo pallone utile, servitogli da Gosens in area, elude il controllo di Bruno Alves e  supera Sepe con un sinistro rasoterra in diagonale. Dopo il raddoppio, al 7’, decisivo il recupero di De Roon su Mihaila lanciato in contropiede. Dopo le conclusioni fuori misura di llicic e De Roon, al 13’ arriva il momento di Malinovskyi che subentra allo sloveno. Al 16’ il terzo gol per merito di Gosens che, su passaggio di Zapata deviato da Bruno Alves, si inserisce centralmente in area e supera Sepe con un tocco di esterno destro. Sul 3-0 Gasperini fa esordire Mahele, che prende il posto di Gosens, e inserisce Miranchuk per Freuler, con Pessina che scala sulla linea mediana. L’Atalanta ci prova ancora con Malinovskyi che, su retropassaggio di Zapata, calcia di poco a lato. Al 32’ Mahele a un passo da gol su cross di Zapata e tocco sotto misura respinto in angolo da Sepe. Al 36’ l’atteso ritorno in campo di Mattia Caldara, che subentra a Hateboer. Dopo il poker sfiorato su colpo di testa di Miranchuk, il primo intervento di Gollini che al 42’ respinge un tiro cross di Mihaila. In pieno recupero Caldara prova a bagnare con il gol il suo rientro, ma la palla esce di un soffio.

ATALANTA-PARMA 3-0

ATALANTA (3-4-2-1): Gollini 6 Toloi 6.5 Palomino 6.5 Djimsiti 6.5 Hateboer 6.5 (36’ st Caldara 6) De Roon 7.5 Freuler 7 (20’ st Miranchuk 6) Gosens 7 (20’ st Mahele 6.5) Pessina 6.5 Ilicic 7 (13’ st Malinovskyi 6) Muriel 7 (1’ st Zapata 7.5) A disposizione: Rossi, Sportiello, Sutalo, Depaoli, Mojica, Ruggeri, Lammers. Allenatore: Gasperini

PARMA (4-3-3): Sepe 5 Busi 5 Bruno Alves 4.5 Valenti 5 Gagliolo 5 (33’ pt Pezzella 5) Hernani 5 Sohm 5 Cyprien 5 Karamoh sv (9’ pt Mihaila 5.5) Inglese 5 (1’ st Cornelius 5) Kurtic 5. A disposizione: Colombi, Balogh, Brugman, Laurini, Ricci, Camara, Dezi. Allenatore: Liverani

Arbitro: Sacchi 6. Assistenti: Tolfo e Berti. IV Uomo: Giacomelli. Var: Guida A Var: Galetto

Marcatori: pt 15’ Muriel; st 3’ Zapata 16’ Gosens

Ammoniti: Cyprien, Pessina

Recupero: 2, 2