Home Atalanta Muriel top player in Calabria

Muriel top player in Calabria

295
0
26-09-2020 Torino vs Atalanta Campionato Serie A 2020/2021

L’Atalanta torna alla vittoria in campionato, espugnando il campo di Crotone grazie a una doppietta di Muriel nel primo tempo. 2-1 il risultato finale per effetto di un gol del Crotone segnato da Simy prima dell’intervallo. Primo tempo che per 40 minuti vede l’Atalanta mantenere l’iniziativa e presidiare gli spazi, producendo una costante spinta offensiva che frutta l’uno-due di Muriel. Nella ripresa l’Atalanta crea occasioni senza trovare il terzo gol e rischia per una disattenzione difensiva di Mojica, cui pone rimedio Freuler. L’Atalanta sovrasta la squadra di Stroppa, che nel suo stadio è riuscita solo a fermare la Juventus sul pareggio. A Crotone Gasperini rinuncia al turnover, limitandosi ad avvicendare a metà gara Gomez e Muriel con Ilicic e Zapata, facendo disputare quasi per intero la partita a Malinovskyi, il migliore in campo insieme a Muriel.

Gasparini si limita a cambiare solo tre pedine rispetto alla gara con l’Ajax. Le novità sono Mojica a sinistra sull’asse di centrocampo, al posto di Gosens non convocato, Malinovskyi e Muriel al posto di Ilicic e Zapata. Pasalic, sostituto dell’infortunato De Roon, si sistema alto sulla sinistra con Muriel punta centrale, Malinovskyi a destra e Gomez alle loro spalle. Crotone con alcune assenze importanti, tra cui quella di Cigarini squalificato.

Al 5’ verticalizzazione di Toloi per Muriel che dalla destra dell’area di rigore calcia rasoterra in diagonale mancando lo specchio della porta. Risponde il Crotone al 7’ con Reca che sfiora il palo alla sinistra di Sportiello. Un minuto dopo clamorosa occasione per Muriel, imbeccato in area da Malinovskyi e fermato da un intervento decisivo di Cordaz che ci salva deviando in angolo. Con il passare dei minuti l’Atalanta mantiene l’iniziativa ma senza finalizzare. Al 22’ spunto di Muriel sulla sinistra, chiuso in angolo da Marrone. Al 26’ il colombiano porta in vantaggio l’Atalanta ricevendo il pallone da Malinovskyi, girandosi velocemente e calciando di prima intenzione,  eludendo la marcatura di Luperto, con pallone alle spalle di Cordaz rimasto immobile. Due minuti dopo ci prova Malinovskyi mandando di poco a lato. La squadra di Gasperini comanda il gioco e si propone con più frequenza in attacco. Al 31’ Gomez, in contrasto con Luperto, calcia a tu per tu con Cordaz che ribatte la conclusione. Nulla può il portiere crotonese al 38’ su break al limite dell’area di di Freuler, pronto a servire in area Muriel il cui destro rasoterra si infila di precisione nell’angolo basso. Sembra fatta, invece al 40’ Simy riapre il risultato sfruttando un rimpallo in area bergamasco e, alla prima palla utile, mette alle spalle di Sportiello. Dopo l’intervallo Gasperini avvicenda Gomez e Muriel con Ilicic e Zapata, che dopo 6’, su assist di Malinovskyi, ha la palla buona per calciare in porta ma viene contrato. Al 10’ manovra aggirante dell’Atalanta conclusa da Hateboer con un tiro cross che si perde a lato. Il prevalente possesso palla dei bergamaschi non produce occasioni da rete. L’uscita di Gomez comporta una diversa orchestrazione della manovra, meno incisiva rispetto alla mole di gioco. Al 19’ clamoroso errore di Mojica che, arretrando, serve all’indietro Sportiello ma serve inavvertitamente Messias, al quale Freuler strappa il pallone prima che possa aggirare il portiere. Al 23’ costretto a usciure Hateboer per un problema muscolare, sostituito da Sutalo. Al 27’ apertura in profondità di Ilicic per Malinovskyi che conclude addosso a Cordaz fallendo l’opportunità per chiudere il match. Un minuto dopo si arrende anche Romero, che esce per fare posto a Palomino. Alla mezz’ora Ilicic prova a concludere da fuori area, ma il pallone finisce alto. Al 33’ Stroppa gioca il tutto per tutto schierando Rispoli e Siligardi al posto di Pereira e Zanellato. Al 36’ Malinovskyi per Zapata che si gira ma calcia alto. Lo stesso Zapata prima schiaccia di testa senza inquadrare lo specchio della porta, poi prova a piazzare il pallone ma sfiora il palo. Al 44’ riassaggia il campo Pessina, reduce da lungo infortunio, che prende il posto di Malinovskyi. L’Atalanta torna così al successo, ma che lascia qualche strascico e preoccupazione, in vista della partita di Champions League con il Liverpool, per i problemi muscolari occorsi a Hateboer e Romero, usciti anzitempo, che si aggiungono alla certa indisponibilità di De Roon e quella probabile di Gosens, tenuto a riposo per un problema a un polpaccio. L’Atalanta sale a quota 12 in classifica, alla vigilia del doppio impegno al Gewiss Stadium: martedì 3 novembre con il Liverpool e domenica 8 con l’Inter.

ATALANTA-CROTONE 1-2

CROTONE (3-5-2): Cordaz 6 Magallan 5 Marrone 5 Luperto 5 Pereira 5.5 (33’ st Rispoli 5.5) Zanellato 5.5 (33’ st Siligardi 5) Benali 5 Vulic 5.5 Reca 5.5 Messias 5 Simy 6. A disposizione: Festa, Crespi, Rojaz, Enrique, Crociata, Petriccione, Cuomo, Golemic. Allenatore: Stroppa

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello 6 Toloi 6.5 Romero 6.5 (28’ st Palomino 6) Djimsiti 6.5 Hateboer 6 (23’ st Sutalo 6) Pasalic 6.5 Freuler 7 Mojica 5.5 Malinovskyi 7 (44’ st Pessina sv) Gomez 6.5 (1’ st Ilicic 6) Muriel 7.5 (1’ st Zapata 6). A disposizione: Rossi, Gollini, Depaoli, Ruggeri, Miranchuk, Lammers, Diallo. Allenatore: Gasperini

Arbitro: Dioinisi 6. Assistenti: Di Vuolo e Tardino IV Uomo: Var: Di Paolo A Var: Fiorito

Marcatori: pt 26’ e 38’ Muriel 40’ Simy

Ammoniti: Hateboer, Marrone, Toloi, Romero

Recupero: 1, 4

26-09-2020 Torino vs Atalanta Campionato Serie A 2020/2021

Il commento a Crotone Atalanta di Federica Sorrentino