Home Bergamo Occhio ai giovanissimi ciclisti

Occhio ai giovanissimi ciclisti

111
0

Gian Battista Gualdi

Fondazione UBI Banca Popolare di Bergamo ha stanziato 10 mila euro a favore dell’Unione Ciclistica Bergamasca e del Comitato Provinciale della Federazione Ciclistica Italiana, per il ciclismo agonistico dei bambini tra i 6 e i 12 anni. Attiva dal 1902, l’Unione Ciclistica Bergamasca è la più antica società dilettantistica del territorio ed una delle più longeve d’Italia. Dopo un anno di fermo delle manifestazioni sportive a causa della pandemia, ci si è mobilitati in aiuto delle società della provincia di Bergamo che si occupano delle attività riservate ai bambini di età compresa tra i 6 e i 12 anni (circa 700 bambini coinvolti), che praticano il ciclismo agonistico per conto della Federazione Ciclistica Italiana.

“I nostri giovanissimi atleti non pensano alla gara. È un gioco e un’attività sportiva all’aperto, un’occasione di relazione e di amicizia” – sottolinea Gianluigi Stanga, presidente dell’Unione Ciclistica Bergamasca. Classe 1949, Stanga è stato dal 1983 al 2007 direttore sportivo di team di livello internazionale; nelle sue squadre ha diretto campioni come Francesco Moser, Gianbattista Baronchelli e Laurent Fignon. L’impegno da presidente va a braccetto con l’attenzione ad iniziative di solidarietà. “Abbiamo costituito una squadra di appassionati che, con i colori giallorossi della società, partecipa a manifestazioni sportive di carattere benefico: questo è lo spirito che anima il nostro club”. Basti citare l’adesione al progetto “L’albero dei caschi” (della cordata Aribi Associazione per il Rilancio della Bicicletta di Bergamo, Federazione Ciclistica Italiana e Comitato provinciale di Bergamo) per la raccolta, disinfezione e donazione di caschi a chi ne ha bisogno e il sostegno alle iniziative della onlus “The bridge for hope”, che promuove attività integrative alle cure mediche come la terapia della risata e l’estetica oncologica. Ringrazio la Fondazione della Banca Popolare per l’attenzione e la sensibilità, da sempre dimostrata, in favore dell’attività sportiva giovanile praticata sul nostro territorio”.

“Il 2020 è stato un anno difficile, con pochissime gare per i giovanissimi. Per il 2021 ne abbiamo in programma circa 60 – dichiara Claudio Mologni, Presidente del Comitato Provinciale di Bergamo della FCI Federazione Ciclistica Italiana.

In agenda per il 25 luglio c’è la seconda edizione della “Bergamo – Monte Pora, Gran Premio Radici Group”, riservata alla categoria juniores (17-18 anni), circa 105 chilometri di percorso, della cui organizzazione si occupano i 50 iscritti amatori dell’UC Bergamasca.

forbes