Gaeta (Latina) – Si è chiuso sul meraviglioso campo di regata di Gaeta (14 nodi da 230 gradi) il terzo appuntamento stagionale con la Melges World League che ha visto ancora una volta protagoniste le flotte dei Melges 32, Melges 20 e Melges 14. L’evento è stato organizzato da Melges Europe in collaborazione con Yacht Club Gaeta e Base Nautica Flavio Gioia.

Fausto Surini e Marco Giannini, atleti dell’Associazione velica Alto Sebino, con Fremito d’Arja e Neodent hanno difeso la loro imbattibilità conquistando il podio. Sono state sette le prove di regata, con condizioni meteo e di vento favorevoli e a misurarsi in acqua alcuni tra i migliori velisti al mondo.

Fremito d’Arja (ITA 50) si conferma imbattibile e vince anche questa tappa con un Fausto Surini raggiante: “Fremito d’Arja si conferma ancora una volta leader della classe vincendo il terzo gran prix della melges 20 world league. Bellissimo campo di regata quello di Gaeta. Fremito sempre in testa alla classifica nei tre giorni con i parziali (1-1-1-1-4-2-2). Con Marco mi sono divertito molto sull’equipaggio di Neodent e devo dire che la soddisfazione sui risultati della giornata (1-3-1) è stata alta, complimenti a Neodent per il 2° posto”.

Marco Giannini, timoniere di Neodent (ITA 198) dopo una tappa molto combattuta occupa saldamente il comando della classifica Corinthian e commenta: “Bellissima regata, in una location fantastica e con condizioni meteo-marine ideali. Tappa dominata senza mezzi termini da Fremito d’Arja. Fausto e io ci siamo divertiti molto, specialmente domenica quando, a causa di un problema a un membro dell’equipaggio di Neodent, io e Fausto abbiamo regatato sulla stessa barca togliendoci qualche bella soddisfazione. Esperienza sicuramente da ripetere”.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleRugby Old, il titolo va ai Gnari di Rovato
Next articleIl 3×3 Streetbasket per il titolo italiano passa da Treviglio, in attesa dei Globe Trotters