Home Discipline Altre discipline Tre donne da ciclocross

Tre donne da ciclocross

189
0

Luciano Locatelli

Si sono svolti da poco i campionati italiani di ciclocross di Lecce presso il Parco di Belloluogo, competizione che ha visto impegnati circa 800 concorrenti suddivisi nelle varie categorie esordienti, allievi, juniores, under ed elite, maschili e femminili. Protagoniste le ragazze di casa nostra con atlete Lucia Bramati (Starcasinò CX Team), Chiara Teocchi (Centro Sportivo Esercito) ed Elisa Lanfranchi (Melavì Tirano Bike) in un ambiente del tutto adatto alla disciplina, a causa della pioggia e del fango che hanno caratterizzato le giornate di gara.

Lucia Bramati ha conquistato il titolo nazionale di categoria (donne juniores) per il secondo anno consecutivo, in una gara dominata dall’inizio alla fine che l’ha vista prevalere sulla valdostana Giulia Challancin (Development-Guerciotti) e su Lisa Canciani (DP66 Giant SMP), con il tempo di 46.31. La 17enne di Canonica d’Adda al termine della gara ha voluto fare una dedica speciale: “Una dedica a mia nonna Maria Teresa che è mancata da pochi giorni. Oggi ho corso con lei nel cuore e vincendo per lei. È andata molto bene, mi sono tolta le mie soddisfazioni, sapevo di poter gestire bene la gara anche se nulla è scontato…”. Sfuma, purtroppo per lei, il sogno del mondiale juniores di Ostenda del 30 e 31 gennaio, cancellato causa Covid.

Medaglia d’argento, invece, per una ritrovata Chiara Teocchi nella categoria “Donne Elite” alle spalle della brianzola Alice Maria Arzuffi (Fiamme Oro). La 24enne di Ponteranica, che ha preceduto di poco Eva Lechner (Cs Esercito), ha resistito nel finale al tentativo di rimonta della bolzanina. Grazie a questa prestazione, la ciclista orobica può sperare di correre il mondiale in maglia azzurra e lasciarsi alle spalle definitivamente il periodo non facile che l’ha vista sottoporsi ad un intervento di ablazione nel luglio 2020.

Ottima prestazione anche per la giovanissima quattordicenne Elisa Lanfranchi (Melavì Tirano Bike), che ha conquistato il bronzo al suo primo anno di categoria, salendo sul terzo gradino del podio. La ciclista di Leffe difende i colori della Ciclisti Valgandino, ma per la trasferta pugliese e l’attività invernale è stata prestata al team Melavì Tirano. Dopo aver vinto in autunno una prova nazionale nel Lazio, Elisa ha confermato le sue doti anche in questa occasione, rimanendo in testa durante una buona parte di gara ma a causa di una scivolata ha poi dovuto chiudere al terzo posto dietro alla piemontese Anita Baima (Gruppo Sportivo Cicli Fiorin Cycling Team) e Beatrice Tamperoni (Ciclistica Bordighera).

forbes