Bocce, la Junior Rogno concede il bis. Vinto il Campionato di Terza Categoria, ora disputa la fase interregionale

Battuto il Bolzano ora in terra Bergamasca sono attesi i pavesi del Club Arancione di Serafino Gatti.

77

di Alessandro Zanoli
La favola della Junior Rogno concede il bis. La bocciofila bergamasca, infatti, ha superato brillantemente anche quest’anno la fase a girone del Campionato Italiano a squadre di Terza categoria. Inserita nel girone 2 della regular season, la Junior ha vissuto un interessante “testa a testa” con un’altra bergamasca, la Polisportiva Presezzo che si è arresa ai valligiani proprio all’ultima giornata.

Lo scorso 25 maggio, infatti, si è disputato il derby che ha deciso l’intera stagione. Rogno si è imposto per 5-3 (mettendo a segno complessivamente 50 punti contro i 34 degli avversari nelle diverse sfide di quella giornata) e ha raccolto i tre punti che l’hanno portata in vetta a quota 24, scavalcando Presezzo che è rimasto a quota 22.

forbes

Per gli atleti biancocelesti di Rogno si sono così spalancate le porte della fase interregionale che li ha messi di fronte ai bolzanesi della bocciofila Bronzolo. Una pratica sbrigata agevolmente con vittorie rotonde sia all’andata in casa, sia al ritorno giocato a Bolzano. Una vittoria tanto netta da essere riconosciuta con sportività anche dal presidente del Bronzolo, Alessandro Bertinazzo che ha inviato a Rogno questo messaggio: “Anche oggi, nella gara di ritorno dei playoff interregionali con i lombardi della Junior Rogno, gara a senso unico. Troppo forti, ma anche meravigliosi compagni e amici di gioco. Ci hanno dato una bella lezione, ma hanno dimostrato una sportività unica. Una nuova amicizia che merita di essere coltivata. Evviva il gioco delle bocce”.

Ora la Junior Rogno è attesa dai pavesi del Club Arancione che arriveranno in Bergamasca accompagnati da un mito delle bocce lombarde: Serafino Gatti, classe ’36 e un palmares straordinario: oltre mille vittorie ottenute fra gara nazionali (408), regionali (206) e provinciali (404) e poi titoli provinciali, regionali e italiani.