Freccette, Giovanni Stecconi dopo il titolo italiano vince anche la seconda edizione del King of Steel di Villongo

78

Dategli un torneo, e con buona probabilità lo porterà a casa. Poche parole per raccontare la storia recente di Giovanni Stecconi, il 35enne parmense che a due settimane dal titolo nel campionato italiano di freccette FIGF ha conquistato a Villongo la seconda edizione del torneo “King of Steel”, organizzato dal gruppo Area 501.

Il giocatore classe ’89 di Polesine Zibello, numero uno della classifica nazionale di steel (freccette con punta d’acciaio, su bersagli tradizionali), era l’osservato speciale in Bergamasca e non ha deluso le attese, confermandosi il più forte e il più in forma fra i 100 partecipanti arrivati da buona parte del nord Italia.

forbes

Dodici gli incontri vinti in poco più di otto ore da Stecconi: i primi sei per dominare il decimo dei sedici gironi della fase iniziale, e gli altri sei per farsi strada fino al titolo nel tabellone finale a 64. Particolarmente impegnativi gli ultimi due, entrambi vinti al leg decisivo: prima 5-4 in semifinale contro il comasco Sergio Beretta e quindi 6-5 contro il valtellinese Paolo Trutalli in una finale di altissimo livello, combattuta dalla prima all’ultima freccia. L’emiliano – già finalista nel 2023 – ha tentato più volte la fuga, ma il rivale l’ha sempre ripreso e sul 5-5 è stato lui il primo ad avere a disposizione due freccette per il successo. Ma le ha fallite entrambe e uno Stecconi freddo e cinico non ha perdonato, trovando al doppio 10 il check-out da 60 che gli ha consegnato l’ennesima soddisfazione di un 2024 da incorniciare. Al terzo posto, insieme a Beretta, anche il bresciano Davide Marco Orizio, fermato da Trutalli.

Freccette

Rispetto alla prima edizione – dice Giorgio Bezzi, responsabile di Area 501 – è leggermente calato il numero dei partecipanti, ma non la qualità di un evento di nuovo capace di attirare numerosi nomi noti del panorama nazionale. Abbiamo assistito a tanti incontri di alto livello, in un clima sereno capace di unire all’agonismo una buona dose di divertimento. Il successo di Stecconi è stato la ciliegina sulla torta: ci ha onorato di nuovo della sua presenza in una stagione che lo sta vedendo protagonista a ripetizione, e ha riscattato con merito la sconfitta in finale dello scorso anno”. Grande soddisfazione anche da parte dei partecipanti, che ancora una volta hanno trovato una manifestazione curata nei minimi dettagli. “Gli sforzi per mettere in piedi un evento simile – continua Bezzisono numerosi, ma i complimenti ricevuti sono la prova del buon lavoro svolto. Dobbiamo condividerli con tante figure, a partire dai nostri sponsor senza i quali organizzare il torneo sarebbe impossibile, ma anche il gruppo Alpini di Villongo che ci ha dato un aiuto fondamentale, l’amministrazione comunale sempre attenta alle nostre esigenze e tutte le persone che hanno collaborato. Siamo molto felici di come è andata, ma non ci accontentiamo. A breve inizieremo a pensare alla prossima edizione”.

RISULTATI – Ottavi di finale: Belingheri b. Bianchi 4-1, Orizio b. Foti 4-1, Ambrosini b. Mandaradoni 4-3, Trutalli b. Biagini 4-2, Beretta b. Ammendola 4-1, Boioni b. Litterotto 4-3, Stecconi b. Artioli 4-0, Pasotto b. Gervaso 4-0. Quarti di finale: Orizio b. Belingheri 4-0, Trutalli b. Ambrosini 4-0, Beretta b. Boioni 4-1, Stecconi b. Pasotto 4-0. Semifinali: Trutalli b. Orizio 5-2, Stecconi b. Beretta 5-4. Finale: Giovanni Stecconi b. Paolo Trutalli 6-5. (U.S. Area 501)