A chi dareste la maglia numero 1 della nazionale italiana di calcio? A Gigi Buffon, risponderebbe in coro il popolo dei pallonari. Invece è stato proprio il portierone azzurro a cederla al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel corso del ricevimento al Quirinale della delegazione guidata dal presidente della Federcalcio, Giancarlo Abete, e dal ct Cesare Prandelli. Alla vigilia della sfida amichevole dell’Olimpico di Roma con l’Uruguay di Oscar Washington Tabarez per celebrare i 150 anni dell’Unità d’Italia, gli azzurri hanno ricevuto da Napolitano il Tricolore presidenziale e sfoggiato le nuove divise. Per tutti ha parlato Buffon, il quale si è rivolto al Capo dello Stato dicendo: «Presidente, la gente ha bisogno dell’appoggio di una classe politica coesa, colta e responsabile. Da lei si sente rappresentata, come politico pulito e trasparente». «Il capitano della nazionale ha fatto gol» – è stata la risposta di Napolitano, che ha stretto a sè la maglia azzurra con il N.1 e il nome «Presidente».

Azzurri contro i campioni sudamericani, nelle cui file ci saranno tre calciatori che disputano il campionato di serie A: Edinson Cavani, idolo dei tifosi napoletani, e i bolognesi Perez e Ramirez, mentre l’interista Forlan, in fase di ripresa dopo lungo infortunio, è costretto ad assistere dalla tribuna. Tra i pali l’ex laziale Muslera.

forbes

Prandelli proporrà la seguente formazione: Buffon in porta; Maggio, Ranocchia, Chiellini e Balzaretti in difesa; centrocampo con De Rossi, Pirlo, Marchisio; Montolivo trequartista a supporto dell’inedita coppia d’attacco formata da Osvaldo e Balotelli.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleTutti pazzi per il football (americano)
Next articleL’Italia cede all’Uruguay, la U21 di Ferrara fa 5 su 5