Federica Pellegrini è la prima atleta della storia a vincere i 200 e 400 stile libero in due edizioni iridate consecutive ed entra nella leggenda del nuoto. Ha battuto l’olandese Femke Heemskerk, che aveva fatto meglio di lei in semifinale di 88/100. Proprio Heemskerk passa al primo intermedio in testa in 26″63; Pellegrini è settima in 27″62. Ai 100 metri l’olandese è ancora prima in 55″61 (28″98) con l’azzurra che risale in quinta posizione in 57″04 (29″42). Ai 150 metri continua l’incedere di Heemskerk in 1’25″51 (29″90), ma Federica è terza a 67/100 (29″14) e mette le gambe. Sale, sempre di più, mentre l’olandese si pianta. A 20 metri dall’arrivo la supera e chiude in 1’55″58 con l’ultima vasca da 29″14. Heemskerk implode: settima in 1’57″63. Dopo Federica Pellegrini ci sono l’australiana Kylie Palmer in 1’56″04 (27″58, 57″11, 1’26″64) e la francesce Camille Muffat, già bronzo nei 400, in 1’56″10 (27″63, 57″10, 1’26″38).
Per la 23enne veneziana di Spinea, tesserata per il CC Aniene, si compie il grande slam tra il 2008 e il 2010, con sei record mondiali della distanza in vasca olimpica. La prossima gara di Pellegrini sarà la staffetta 4×200, preferita agli 800 stile libero per mettersi in discussione con le sue compagne con l’obiettivo di staccare il pass olimpico.

Fabio Scozzoli, dopo l’argento nei 100 rana, conquista la seconda piazza anche sulla distanza breve abbassando il primato italiano a 27″17, alle spalle del campione il brasiliano Silva in 27″01. Scozzoli fa rivivere le emozioni di cui è stato capace solo il due volte campione olimpico Domenico Fioravanti.

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleCalcio: Tim Cup 2011-2012, via al 7 agosto
Next articleAtletica: grave infortunio per Andrew Howe