“Progetto Talento”: dodici bergamaschi al via dell’iniziativa di Fidal Lombardia

L'iniziativa ha preso il via nella mattinata di mercoledì 27 settembre al Politecnico di Milano e coinvolgerà in totale 32 atleti della nostra regione

222

Ha preso il via ufficialmente nella mattinata di mercoledì 27 settembre al Politecnico di Milano l’edizione 2023 di “Progetto Talento”, l’iniziativa promossa dal Comitato Regionale FIDAL Lombardia a sostegno dei giovani talenti dell’atletica lombarda.

L’iniziativa, organizzata con il sostegno di BCC Milano, si compone di un corso di formazione per atleti che si stanno affermando sul panorama nazionale e internazionale e di una raccolta di crowdfunding destinata all’erogazione di una serie di borse di studio.

forbes

Un’occasione per conoscere meglio il proprio sport e apparecchiare il futuro a quelli che potrebbero diventare dei fuoriclasse, come indicato dal corso di formazione “Formiamo i campioni di domani” che ha preso il via con tre lezioni nell’Aula Magna del Politecnico di Milano.

Grazie alla collaborazione fra FIDAL e il Master Internazionale in Sport Design and Management (Politecnico di Milano e GSOM-Master School of Management), lo studio legale LCA, Dale Carnegie (multinazionale americana di formazione aziendale e manageriale) e Regione Lombardia, i ragazzi hanno avuto modo confrontarsi con alcuni esperti del settore come il dottor Rodolfo Tavana, ortopedico e medico dello sport per anni figura di riferimento nello staff sanitario del Milan, l’avvocato Lorenzo Vittorio Caprara (studio legale LCA) e alcuni giornalisti come Andrea Buongiovanni (La Gazzetta dello Sport), Silvio Lorenzi (Radio 24), Sabrina Gandolfi (Rai), Nicola Roggero e Federica Frola (Sky) e Ida Barone (Mediaset).

Fra loro molti gli atleti bergamaschi coinvolti come Arianna Algeri, Edoardo Corti, Beatrice Foresti, Eric Malek, Rocco Martinelli, Chiara Minotti, Alessandro Morotti, Samuele Rignanese, Valentina Vaccari e Elisa Valensin (Atletica Bergamo 1959), Matteo Togni e Gabriele Tosti (Bergamo Stars Atletica) a dimostrazione del valore del movimento di casa nostra con l’aggiunta di Federica Curiazzi (Atletica Bergamo 1959) in qualità di testimonial.

A tenere a battesimo i giovani sportivi ci ha pensato il sottosegretario con delega a Sport e Giovani di Regione Lombardia Lara Magoni che ha voluto ricordare il suo percorso agonistico.

Progetto Talento
Lara Magoni presenta il Progetto Talento © MARAVIGLIA/Fidal Lombardia

Sono molto emozionata, 40 anni fa ero come voi, appena arrivata in Nazionale di sci alpino e con tanti sogni nel cassetto: molti di questi sogni li ho realizzati, con la partecipazione a tre edizioni di Giochi olimpici e a cinque Mondiali. Ho vissuto tante cose che state vivendo voi: ho iniziato a vincere solo 12 anni dopo essere entrata in Nazionale, prima continuavo a infortunarmi e ogni volta ricordo la difficoltà di rientrare tra operazioni, fisioterapia e tutto il resto – ha spiegato il numero uno del Coni Bergamo -. Per arrivare a vincere ho vissuto tantissime sconfitte e sono state queste sconfitte a farmi diventare la donna di oggi. Grazie al “Progetto Talento” e al presidente Gianni Mauri: anche Filippo Tortu è partito da qui per inseguire i suoi sogni. La Regione ha voluto affiancare FIDAL Lombardia perché l’atletica leggera, e da sciatrice lo ricordo bene, è la disciplina regina: la nostra volontà è continuare a supportare negli anni quest’iniziativa. Ai ragazzi e alle ragazze lascio tre capisaldi: credibilità, onestà e fair play”.

Grande soddisfazione è stata espressa dal presidente di FIDAL Lombardia Gianni Mauri, da anni grande promotore dell’iniziativa che quest’anno coinvolge trentadue atleti: “Come Comitato Regionale siamo sportivamente innamorati delle gesta atletiche di questi ragazzi, del lavoro quotidiano con i loro tecnici, delle loro storie. È la nostra meglio gioventù e percepiamo la necessità di dar loro sempre più possibilità. Quest’anno vogliamo arrivare a erogare almeno 32 borse di studio: è un record, ma vorremo ovviamente batterlo in futuro. Grazie a Regione Lombardia che ha creduto nel nostro progetto, siamo orgogliosi di avere al fianco dal 2019 uno sponsor appassionato come BCC Milano e di avere avuto l’appoggio di tanti altri partner in questa avventura”.