L’Atalanta perde i pezzi e i tre punti. A Salerno la risolve Candreva al 92’

369

Dopo un bel primo tempo, nel quale l’Atalanta ha dominato ampiamente il gioco e creato qualche azione pericolosa, che Zapata ha fallito per pochi centimetri, Gasperini ha pensato di far male alla Salernitana, fin lì un po’ timida, inserendo a inizio ripresa Hojlund al posto di Pasalic.

Due minuti dopo, però, al 48’ Soppy in uno scatto per un recupero difensivo si è strappato e ha dovuto lasciare il campo. Da lì in poi è stata un’altra partita.

forbes

Gasperini non ha voluto cambiare modulo. Neanche quando ha perso tutti i pezzi a sua disposizione sull’esterno. La partita è iniziata con Soppy al posto dello squalificato Maehle, poi, quando il giovane ex Udinese si è strappato, è rimasto a difendere a tre mettendo Okoli (lui che è un centrale) sull’esterno.

Salernitana-Atalanta
Ederson (Foto di Alberto Mariani)

Ma l’Atalanta non è stata più la stessa. E nemmeno la Salernitana, che ha aumentato la sua pressione in avanti. Il campo è stato reso pesante dalla fitta pioggia caduta alla fine del primo tempo. Tanti gli errori di controllo e di passaggio (ma questa per l’Atalanta non è una novità). Mentre la Salernitana si è fatta sempre più aggressiva conquistando campo. L’Atalanta non è più riuscita a costruire un’azione che una. Gasperini ha sostituito Zapata con Muriel, ma il colombiano è stato pressoché inesistente. Lo si è visto per un tiro sparato alto e poi più.

All’Atalanta senza Zapata, unico capace a tenere palloni e a far salire la squadra, e senza Pasalic, uomo di cucitura tra centrocampo e attacco, è venuto meno il gioco, regalando campo alla Salernitana.

Costretti alla difensiva l’Atalanta ha deciso di rimanere a controbattere gli attacchi dei granata, abbassandosi sulla linea dei 25 metri, sperando di portare a casa almeno un punto. Poi Sousa, capito che la poteva vincere, all’80’ ha inserito Candreva. La qualità del nuovo entrato si è fatta sentire rendendosi pericoloso in tutte le azioni terminali dei sorrentini sino a realizzare un bel gol al 92’. Tiro all’angolino basso alla sinistra di Sportiello a conclusione di un triangolo con Dia.

Salernitana-Atalanta
Toloi (Foto di Alberto Mariani)

I nerazzurri escono dall’Arechi senza nemmeno quel punto che garantirebbe il settimo posto in classifica. Se lo sono visti sfumare al 92′. Ora Gasperini è costretto di nuovo a fare i conti con gli infortuni. Soppy sicuramente non ce la farà e Djimsiti è da valutare, visto che ha preso un pestone sul piede già malconcio. Sabato a Bergamo arriva il Verona e sarà una nuova battaglia da affrontare in emergenza.

Di sicuro oggi si è salutato definitivamente la corsa Champions. La speranza rimane di ottenere almeno l’accesso alla Conference League. Ci sono tre partite per un punto. Almeno quello.

Salernitana-Atalanta 1-0

Rete: 92’ Candreva.

Salernitana: Ochoa 7.4; Daniliuc 7.2, Lovato 6.6, Pirola 6.9; Mazzocchi 6.5 (66’ Mazzocchi 6.2), Coulibaly 7.6, Vilhena 6.5 (90’ Bohinen 6.2), Bradaric 6.8; Botheim 6.2 (80’ Candreva 7.5), Dia 6.5; Piatek 7.2. All. Sousa 6.8.

Atalanta: Sportiello 6.2; Toloi 6.5, Djimsiti 7.5 (70’ Demiral 6.4), Scalvini 6.3; Soppy 6.5 (48’ Okoli 6.2), De Roon 6.6, Ederson 6.6, Zappacosta 7; Koopmeiners 6.2, Pasalic 6.5 (46’ Hojlund 6.2), Zapata 5.7 (66’ Muriel 6.5). All. Gasperini 6-4.

Arbitro: Piccinini.