Ancora una volta è salito sul podio più alto. È sempre lui a vincere. Anche in Croazia, in questo fine settimana, ha fatto il botto. A Zagabria, dove si è tenuta la tappa di apertura dell’Alpe Adria Tour 2022, manifestazione Internazionale UIM di Aquabike, di grande prestigio, il già 7 volte Campione italiano Michele Cadei ha agguantato l’ennesimo successo della sua straordinaria carriera, primo categoria regina “F1 Endurance”, di cui  indiscusso dominatore da ormai un decennio, e secondo nella Runaboat GP4.

L’ennesimo risultato straordinario di una carriera leggendaria: Michele Cadei conquista il Gran Premio di Croazia alla tappa inaugurale dell’Alpe Adria Tour 2022, manifestazione Internazionale UIM di Aquabike. Una competizione con più di 100 iscritti, nella meravigliosa location del lago d’allenamento della scuola federale croata, diretta dal presidente Davor Hundic.

Il sette volte Campione italiano ha vinto la gara di Endurance F1, categoria di cui è assoluto dominatore da oltre un decennio, scendendo in pista con un’energia incontenibile, alimentata dall’annullamento dei tre precedenti appuntamenti stagionali. Nella gara di sabato, Michele ha dominatot utti, doppiando numerosi avversari e giungendo primo per distacco al traguardo. Nella manche domenicale, ha rimediato un volo tremendo a oltre 130 km/h nell’approccio alla virata della prima boa, rimanendo illeso. Alla ripartenza, Cadei è tornato protagonista della gara chiudendo al quarto posto. La somma dei punti delle due manche gli hanno aggiudicato il Gran Premio di Zagabria.

Il weekend trionfale del Campione bergamasco è stato arricchito inoltre dal secondo posto conquistato nella Runabout GP4: un prestigioso risultato in una categoria per cui non vanta un notevole bagaglio d’esperienza. Michele riporta così Bergamo e l’Italia intera in vetta, come fece nel luglio 2020, quando proprio a Zagabria, a pochi mesi dallo strazio della pandemia, dedicò la vittoria alla provincia bergamasca e a tutti coloro che soffrirono e persero le persone care nel periodo più buio.

Per il team orobico Moto d’Acqua Italia ha compiuto l’esordio in campo internazionale questo weekend Giovanni Fiore, giovane promessa della scuola federale di Michele Cadei, che ha portato a termine un primo Gran Premio strepitoso: dopo la bandiera nera subìta nella manche del sabato, ha svolto una gara domenicale mozzafiato, arrivando primo, che gli ha permesso di risalire la classifica generale e di conquistare una medaglia di bronzo indimenticabile.

Ottima prestazione anche per Amleto Belletti, che ha svolto una doppia adrenalinica gara in rimonta nella categoria GP4, concludendo in sesta posizione l’intero weekend.
Oltre al forfait della Campionessa Sonia Carrara, assente per infortunio, ha dovuto rinunciare al Gran Premio anche Nicole Cadei, stella nascente del panorama internazionale, non ancora 14enne, poiché la Federazione Italiana Motonautica, attraverso il Ministero delle Infrastrutture, ha recentemente negato agli atleti italiani più giovani di poter competere all’estero.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleIl Team Palazzago domina il Giro del Montalbano con Sessa e Sekkak
Next articleDavide Quadriglia conquista il titolo provinciale bergamasco Allievi