Home Discipline Altre discipline Curva Nord generosa

Curva Nord generosa

54
0

Federica Sorrentino

Ancora una volta la Curva Nord dell’Atalanta si distingue per gesti di generosità e solidarietà.

L’ultima iniziativa in ordine di tempo è stata quella di recare un omaggio alla Casa di cura San Francesco di Bergamo, ovvero un quadro con la maglia realizzata per ringraziare tutte quelle persone che, con il loro lavoro nei giorni difficili e dolorosi della pandemia, hanno realizzato qualcosa di speciale nella città atalantina, qualcosa che nessuno dimenticherà mai. Un contributo speso ben oltre il mandato professionale nei reparti ospedalieri, da parte di medici e infermieri, personale tecnico e quanti altri hanno contribuito al funzionamento delle strutture sanitarie dove sono confluiti i malati di Covid-19.

Andrea Mastrovito, il “Giotto”, è colui che ha realizzato l’immagine che rappresenta il ringraziamento che la Curva Nord Bergamo e la Tifoseria Atalantina ha voluto tributare ai medici, agli infermieri e a tutte le persone che in quei terribili mesi hanno messo a repentaglio la propria vita per salvarne tante altre; dedicando loro la scritta presente sul retro della maglia: “La sfida più grande l’avete onorata. Bergamo ve ne sarà sempre grata!”. Sulla maglia sono rappresentati un medico e un infermiere che si specchiano, incastonati nel 1907, anno di nascita dell’Atalanta. Maglie messe in vendita e il cui ricavato è stato donato alla Croce Rossa di Sant’Omobono Terme, per l’acquisto di una nuova autoambulanza.

L’idea è nata da un evento drammatico, in quanto, durante l’emergenza coronavirus, un tifoso che frequentava la struttura sanitaria non ce l’ha fatta. Un’iniziativa a fondo benefico, al fine di mettere il luce quello che è il lavoro di medici e infermieri, che si sono subito attivati nel momento della massima emergenza, com’è nella loro indole, profondendo quella preziosa componente di umana vicinanza a chi, in totale isolamento e lontano dai propri affetti familiari, stava soffrendo e quanti sono rimasti vittime del coronavirus. La Curva Nord, con da parte un piccolo badget, ha deciso di destinarlo alla Clinica per aiutare coloro che ne hanno bisogno; si è trattato di una donazione di 5mila euro, che ha toccato i cuori di coloro che lavorano all’interno. La commozione di suor Annamaria Villa, legale rappresentante della Casa di Cura San Francesco,  la quale ha vissuto i momenti della malattia, riflette la profondità del gesto che va ben oltre il valore della somma donata.