di Giambattista Gherardi

Un bis di prestigio, a conferma di una seconda giovinezza che si ammanta d’oro. Giovanni  Bosio, portacolori del Gruppo Alpinistico Vertovese, ha conquistato per il secondo anno consecutivo il titolo italiano dei 3000 siepi ai Campionati Italiani Master di Atletica leggera, disputati allo stadio Zecchini di Grosseto. L’atleta della Val Gandino (è originario di Peia e sposato a Gandino) ha 42 anni, ed è tornato all’atletica nel 2018, dopo averla lasciata per il ciclismo (è stato dilettante di buon livello) ai tempi del servizio di leva.

Lavora come operaio tessile e tocca di nuovo il dorato vertice nazionale, affiancato dall’allenatore Silvio Bosio, dopo la vittoria 2021 a Rieti. A Grosseto ha ottenuto anche un prezioso argento nei 1500 metri, con il tempo di 4’16″55.

Un week end – ha commentato a caldo Giovanni Bosio – che meglio di così non potevo  immaginare. Un grazie di cuore va a tutti i miei compagni di squadra per il supporto e la carica durante gli allenamenti, a mamma Ivana e papà Adriano (plurititolati allevatori di canarini ndr), miei primi tifosi. A mia moglie Giovanna, sempre al mio fianco e alle mie  figlie Giorgia e Giulia che condividono con me questo stupendo sport, ai tecnici Silvio Bosio e Tina Mistri e sl massofisioterapista Fabio Della Torre“.

Nei 3000 siepi Giovanni Bosio ha vinto con il nuovo personale di 9’49″74, battendo nell’ordine  Giuseppe Di Stefano (Atletica Sandrin Pordenone) e Maurizio Vitolo (Atletica Just Run).

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleAlbinoLeffe, per i giovani una stagione da incorniciare
Next articleVolley Bergamo, arriva una nuova regista: è Giulia Gennari