Home Discipline Altre discipline Il tamburello riparte da Ubiali

Il tamburello riparte da Ubiali

191
0

Luciano Locatelli

Alle recenti elezioni del Consiglio federale della Federazione Italiana Palla Tamburello, in carica siano al 2024, insieme al riconfermato Edoardo Facchetti nel ruolo di presidente per il secondo mandato consecutivo, è stato eletto anche Flavio Ubiali con 476 voti, anche lui al suo secondo mandato e confermato in carica come vicepresidente.

Flavio Ubiali, 52enne bergamasco, residente in Città Alta, da sempre parte della squadra di Facchetti, che nel prossimo quadriennio assolverà il compito di vicepresidente nazionale con obiettivi importanti per il futuro del tamburello, ma che si dovrà però confrontare ancora per un po’ con la pandemia in corso.

A pochi giorni dall’elezione l’abbiamo quindi raggiunto telefonicamente per entrare nel merito degli obiettivi dichiarati al termine delle elezioni.

Com’è la situazione attuale del movimento?

Nonostante tutto noi siamo sempre riusciti ad allenarci e così l’11 di aprile dovrebbero iniziare i campionati open nazionali di seria A e B, mentre a livello provinciale quelli di serie C e D, dovrebbero iniziare a fine marzo. Il dovrebbero è d’obbligo in questo periodo perché non si mai quali limitazioni potrebbero intervenire nel frattempo. Ma già nel week-end si sono svolte le finali dei campionati indoor a San Paolo d’Argon, che hanno visto la squadra femminile del Grassobbio sconfitta in finale da Cereta, ma promossa in serie A coronando un percorso fantastico per una società nata appena sette anni fa”.

Attualmente c’è la possibilità di svolgimento regolare dell’attività e quali paletti dovete superare?

Abbiamo avuto dal Coni indicazioni precise sul triage su come comportarci prima negli allenamenti e prima delle partite in pratica è stato stilato un protocollo FIPT che tiene conto delle norme in vigore per le modalità di svolgimento di allenamento per gli Sport di Squadra.”

Infine, un auspicio rivolto al movimento e al settore giovanile: “Speriamo che in questo momento di generale difficoltà per tutti gli sport possa qualche ragazzo interessarsi ed avvicinarsi al tamburello. Uno degli obiettivi di questo nuovo consiglio federale è proprio l’investimento sui giovani, a tale proposito vorrei ricordare che prima della pandemia assieme alla Federazione Italiana Tennis e la Federazione Italiana Tennis Tavolo, avevamo avviato a livello nazionale il Progetto Racchette in Classe, iniziativa che nasce con l’intento di avvicinare gli alunni di terza, quarta e quinta elementare a tutte le discipline, poi però la pandemia ha fermato tutto.

forbes