Come otto mesi fa a Clusone anche l’11-12 giugno a Chiari (Brescia): l’Atletica Estrada di Caravaggio conquista lo scudetto lombardo, maschile e femminile, nella finale regionale dei Societari Cadetti/e. La formazione Cadetti si impone con un +11 sull’Atletica Gavirate (440 punti a 429) con la Scuola Sportiva Atletica Punto It in terza posizione a quota 426: quarto il CUS Pro Patria Milano (414), quinta l’Atletica Monza (411) e sesta l’Atletica Brusaporto (405). Più netto il margine dell’Estrada femminile, campione di Lombardia con 445 punti sui 425 della Polisportiva Atletica Brembate Sopra e sui 401 dell’Atletica Meneghina, mentre è volantissima per il quarto posto (quarta l’Interflumina è Più Pomì con 393 punti, quinta l’Atletica Brusaporto con 392 e sesta la 100 Torri&Vigevano Atletica Young con 391).

Foto Michele Maraviglia / Fidal Lombardia

Per il club bergamasco sono ben otto le vittorie nella rassegna allestita dall’Atletica Chiari 1964 Libertas. Tra le Cadette trionfano Chiara Vailati Camillo con 3:03.86 nei 1000m, Chiara Alba con 2.90 nell’asta, Tosca Maria Bianchi con 11.26 (+0.9) nel triplo, Vittoria Merati con 16:17.65 nei 3000m di marcia e il quartetto Rizzi-Chioda-Campanella-Barbati nella 4×100 (50.59). Al maschile eccellente 13.95 (0.0) per l’argento tricolore in carica Francesco Crotti, che progredisce in un colpo solo di quasi mezzo metro: a segno anche il campione regionale dei 100m ostacoli Marco Castagna con 13.81 (0.0) e David Okoye con 12.03 nel peso.

In campo maschile doppietta di Michele Alamia (CUS Pro Patria Milano) che si prende i 1200m siepi con 3:27.97 e i 2000m con 6:07.62: il compagno di club Niccolò Preziuso Noyer vince i 1000m con 2:43.97. Il vicecampione italiano in carica dei 300m ostacoli Lorenzo Testa (AG Comense) centra il successo negli 80m piani in 9.44 controvento (-1.7) e poi si prende a sorpresa pure il lungo con 6.09 (+1.6): la Comense doina il disco con il 39.52 di Filippo Passamonti. Doppietta nei salti in elevazione per Federico Sironi: alto (1.74) e asta (3.60). Riccardo Miglino conquista i 300m piani con 37.53, Emiliano Perricone il martello con 41.92: la loro società, la Scuola Sportiva Atletica Punto It, vince poi la 4×100 in 47.39 con Contento, Serini, Cennami e Manzoni. Nei 300m ostacoli svetta Yassine Khaldoune (Atl. Tradate) con 41.44. A Simone Zuccolotto (Atl. Gavirate) il giavellotto: 35.74. Infine è dell’Azzurra Garbagnate la marcia (5000m) con Diego Raso (26:33.31).

Tra le Cadette da circoletto rosso la prova di Carola Belli, portacolori dell’Atletica Gavirate che nei 300m ostacoli scende a 44.55: quasi mezzo secondo di progresso per un’atleta al primo anno di categoria in grado pure di abbattere il “muro” dei 12 secondi sugli 80m ostacoli per vincere in 11.89 (-0.6).

La 100 Torri&Vigevano Atl. Young è padrona della velocità: 10.41 (-1.5) per Carolina Gelmotto negli 80m piani e 41.19 per Martina Boggiani nei 300m piani, con Gelmotto che poi domina anche il lungo atterrando a un notevole 5.44 con vento nullo. Come tra i maschi, anche tra le femmine 1200m siepi e 2000m sono di una stessa atleta: Margherita Anelli con 4:07.38 e con 7:01.41 conquista una doppietta per l’Atletica Meneghina, prima pure nell’alto con Viola Bonalanza a 1.58. Nei lanci successi per Melissa Boldrini (Interflumina) nel disco (29.60), Angela Andreoli (Atl. Brusaporto) nel giavellotto (36.55), Ida Fucili (Bergamo Stars) nel peso (11.06) e Alessia Castoldi (Athletic Club Villasanta) nel martello (33.87). (C. R. / Fidal Lombardia)

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleVolley Bergamo, arriva una nuova regista: è Giulia Gennari
Next articleSky Resegone, Sergio Bonaldi di nuovo in vetta