Home Discipline Atletica L’atletica orobica azzecca il tris

L’atletica orobica azzecca il tris

134
0

Gian Battista Gualdi

Due ori e un argento: il bilancio della partecipazione bergamasca ai campionati Under 18 indoor di atletica leggera è da considerarsi più che soddisfacente. Atletica Bergamo 59 ha piazzato due podi pesanti. Sul gradino più alto è salita Chiara Minotti, la quale si è imposta nei 60 ostacoli in 8”51. Data per favorita, potendo vantare il miglior tempo a livello nazionale nella specialità, Chiara non ha deluso le aspettative e ha confermato di essere la migliore interprete di questa gara nella sua categoria. Lei che era stata vicecampionessa italiana nella categoria cadetti all’aperto e ha mantenuto le promesse rispondendo nel migliore dei modi a chi ha posto fiducia in lei. La 16enne di Villa d’Almè, portacolori dell’Atletica Bergamo ’59, allenata da Angelo Alfano, dopo l’8”62 in batteria ha fatto segnare un tempo che corrisponde alla sesta prestazione italiana under 18 di sempre.

Arianna Algeri, appartenente alla famiglia dei grandi ciclisti, si è messa al collo meritatamente la medaglia d’argento (la seconda dopo quella vinta lo scorso anno, quando aveva bissato l’argento come componente la staffetta 4×400), è stata grande protagonista della corsa, avendo avuto il merito di imporre il ritmo ed essere stata in lizza per il successo fino al traguardo. Dopo essersi piazzata quinta negli 800 (2’19″45), Arianna ha chiuso al secondo posto i 1.500 in 4’44″45, alle spalle della veronese Matilde Prati, più veloce di quasi quattro secondi.

La performance di Samuele Piazzini nel salto triplo conferma la grande tradizione nella specialità di Bergamo Stars Atletica. Presentatosi con un personale di 14.25, il 16enne albinese allievo di Jacopo Acerbis è atterrato a 14.81 al primo salto, ipotecando la vittoria. La misura rappresenta anche il minimo per i campionati europei che si dovrebbero svolgere la prossima estate a Rieti. Si tratta del quinto titolo nella specialità del salto triplo conquistato da atleti della Bergamo Stars. L’ultimo in ordine di tempo quello di Gabriele Tosti, che vanta il record bergamasco nel triplo avendo fatto meglio di tre centimetri. Una differenza che Piazzini, alto 1.87, appare in grado di colmare. “Samuele ha visto ripagato il suo impegno che lo ha fatto progredire costantemente. Una vittoria pienamente meritata, costruita nel tempo” – ha dichiarato Jacopo Acerbis. A riprova che i campionati indoor under 18 di Ancona hanno esaltato le doti di tre atleti emergenti, bravi ad abbinare studio e sport ottenendo prestazioni di rilievo nel panorama degli allievi.

forbes