Home Discipline Altre discipline Sarzilla a caccia del pass olimpico

Sarzilla a caccia del pass olimpico

88
0

Gian Battista Gualdi

Michele Sarzilla, 32 anni, seriatese, atleta di triathon e campione d’Italia nella specialità olimpica, rincorre uno dei due pass per i Giochi di Tokio 2021. Per riuscirci non tralascia alcuna competizione per misurarsi con i più diretti avversari e affinare la condizione. Nell’ultimo weekend dello scorso settembre è salito sul podio della specialità “Sprint”, che non gli appartiene ma in cui ha dimostrato di sapersi difendere e valere quanto il suo triathlon classico olimpico. E’ per questo che Sarzilla ha accolto con soddisfazione la medaglia di bronzo conquistata ai campionati italiani assoluti Sprint disputati a Lignano Sabbiadoro. Si è nettamente migliorato, perché nel 2019 si era piazzato ottavo, a conferma di una crescita costante. Lo Sprint prevede 750 metri a nuoto, 20 km a pedali e 5 km di corsa, esattamente la metà delle frazioni olimpiche. Da evidenziare che Sarzilla ha fatto segnare il tempo migliore nella frazione podistica, con 14’35”. Un bel segnale in prospettiva, anche se non è nuovo a prestazioni degne di nota. Nel Triathlon Sprint si era già distinto nel 2018, arrivando terzo in Spagna e quarto in Italia. Va tenuto conto che da marzo 2019 a marzo 2020 il ranking internazionale è stato congelato. Non esattamente un vantaggio per lui che sentiva di avere nelle gambe e nel fisico gli stimoli giusti per scalare fino al vertice la graduatoria dei migliori della specialità olimpica. A livello nazionale il 32enne seriatese viaggia intorno al quinto posto, posizione che appare in grado di migliorare grazie ai continui progressi per puntare alle Olimpiadi. Il suo calendario di cimenti autunnali si apre con la prova Coppa del mondo ad Arzachena il 10 ottobre su distanza sprint, poi l’appuntamento più atteso domenica 25 ottobre con il campionato italiano di triathlon olimpico, in cui difenderà il titolo conquistato nel 2019. Una competizione in cui dovrà assolutamente confermarsi per staccare il biglietto aereo che da Milano lo porti a Tokio nell’estate del prossimo anno. Il 7 novembre altra prova di coppa del mondo sprint a Valencia, cui fa seguito il 15 novembre il campionato italiano di Duathlon classico, pure vinto da Sarzilla nel 2019. Infine, il 22 novembre, prova di Coppa Europa in Portogallo. In ognuno di questi appuntamenti serve grande capacità di adattamento. Le nuove regole anti-Covid prevedono partenze a inseguimento ogni trenta secondi e modalità no draft in bicicletta. Sarzilla si dice pronto alle sfide.