Gewiss conquista anche Lega Pro, diventando protagonista nell’ambito del progetto Digital Sport Innovation, avendo come obiettivo principale quello di rinnovare e rendere migliori le strutture sportive in cui atleti di ogni sport e ogni fascia di età praticano attività agonistica sull’intero territorio nazionale.

Dopo aver partecipato alla riqualificazione dello stadio di Bergamo di proprietà dell’Atalanta, e quello di Zanica, di proprietà dell’AlbinoLeffe, la società di Cenate Sotto, fondata da Domenico Bosatelli (recentemente scomparso) è in grado di proporsi per offrire soluzioni utili agli impianti sportivi dalle esigenze moderne.

forbes
Ceo Gewiss
Paolo Cervini

Possiamo definire questo accordo come un’unione di intenti e di valori comuni – commenta Paolo Cervini, CEO di Gewiss -. In Lega Pro abbiamo trovato un partner che, come noi, crede e investe molto in temi legati all’Eccellenza, all’Integrità e alla Sostenibilità. Temi che sono parte integrante anche di Digital Sport Innovation, il nostro progetto che punta a rinnovare e rendere migliori le strutture sportive, con un’importante utilità sociale: garantire sicurezza ai milioni di tesserati che praticano lo sport più popolare nel Paese, attraverso impianti elettrici efficienti e un’illuminazione sostenibile e di qualità”.

Digital Sport Innovation è una piattaforma composta da tecnologie e servizi integrati per l’illuminazione e la riqualificazione energetica di ogni ambiente all’interno degli impianti sportivi: dai campi da gioco (e strutture annesse come tribune e spogliatoi) agli edifici adibiti alla ristorazione (chioschi o bar), fino ai parcheggi ed i locali tecnici. Il team Digital Sport Innovation si occupa direttamente di tutte le attività di diagnosi, progettazione e realizzazione degli impianti, integrando prodotti di qualità con servizi d’eccellenza.

Gli impianti professionistici, in particolare, stanno diventando sempre più multifunzionali e intelligenti – conclude Cervini –. Per questo serve una flessibilità importante nella loro realizzazione e gestione, che Gewiss e Digital Sport Innovation possono offrire a 360°, dalla progettazione alla manutenzione. Una infrastruttura moderna deve infatti essere in grado di soddisfare al 100% tutti i differenti stakeholder, giocatori, spettatori e operatori televisivi. Senza dimenticare l’aspetto smart, ovvero la capacità di coniugare tecnologia per lo spettacolo e massima attenzione ai consumi di energia”.

forbes
Previous articlePallanuoto, l’Italia batte gli Stati Uniti e conquista la World League
Next articleNewcastle-Atalanta, ecco dove guardare la partita in diretta televisiva