Giro d’Italia: Nico Denz vince la 14.a tappa, Bruno Armiral veste la maglia rosa

182

di Marco Cangelli
Nuova fuga e nuovo successo per Nico Denz che si è aggiudicato la quattordicesima tappa del Giro d’Italia.

Il tedesco della Bora-Hansgrohe ha infatti trionfato al termine di un tentativo partito lungo le pendenze del Passo del Sempione e che ha visto protagonisti ben 29 atleti che hanno preso il largo conducendo il francese Bruno Armiral (Groupama-FDJ) in maglia rosa.

forbes

Le pendici del valico posto fra Svizzera e Italia ha infatti aperto la strada ai battistrada Davide Ballerini e Pieter Serry (Soudal – Quick Step), Nicolas Prodhomme e Larry Warbasse (AG2R Citroën Team), Stefano Oldani (Alpecin-Deceuninck), Luis Leon Sanchez (Astana Qazaqstan Team), Andrea Pasqualon e Jasha Sütterlin (Bahrain – Victorious), Nico Denz (BORA – hansgrohe), Alberto Bettiol (EF Education-EasyPost), Davide Bais, Mirco Maestri e Mattia Bais (EOLO-Kometa), Henok Mulubrhan (Green Project-Bardiani CSF-Faizanè), Bruno Armirail (Groupama – FDJ), Laurenz Rex (Intermarché – Circus – Wanty), Simon Clarke, Derek Gee e Stephen Williams (Israel – Premier Tech), Fernando Gaviria (Movistar Team), Will Barth e Carlos Verona (Movistar Team), Warren Barguil e Thibault Guernalec (Team Arkéa Samsic), Marius Mayrhofer (Team DSM), Alessandro De Marchi (Team Jayco AlUla) e Bauke Mollema, Toms Skujins e Otto Vergaerde (Trek – Segafredo) che mano a mano hanno preso gradualmente il largo toccando un vantaggio che pian piano a superato i diciotto minuti.

Mentre il plotone principale guidato dall’Ineos-Grenadiers viaggiava a un ritmo particolarmente blando, i fuggitivi iniziavano a darsi battaglia con Oldani, Ballerini, Rex e Skujins in grado di avvantaggiarsi sugli altri con un massimo di 50 secondi.

Complice le difficoltà incontrate a 10 chilometri da Rex e i vari tentativi d’inseguimento imposti da Denz, Bettiol, Mayrhofer e Gee hanno ridotto le possibilità di Oldani, Ballerini e Skujins che si sono dovuti arrendere all’interno dell’ultimo chilometro.

Negli ultimi 1000 metri i sogni sono svaniti in seguito a un tentativo in contropiede di Bettiol che si è però visto rimontare nel finale da Denz, capace di bissare il successo di Rivoli davanti a Gee e al toscano dell’EF Education-EasyPost.

Quarto posto per Rex che si è lasciato alle spalle Ballerini, Skujins, Mayrhofer, mentre Oldani, Pasqualon e Maestri hanno chiuso la top ten.

Novità in classifica generale dove l’arrivo del gruppo di Geraint Thomas a 21’11” dal vincitore ha portato al cambio di maglia con il francese Bruno Armiral che è balzato al comando della classifica generale con 1’40” sul capitano dell’Ineos-Grenadiers.

Il gruppo si sposterà ora verso la nostra provincia per la quindicesima tappa, 195 chilometri da Seregno a Bergamo che consentirà al pubblico di godersi la “Festa di maggio”.