A Cardif, al Torneo Sei Nazioni di Rugby, l’Italia ha scritto una pagina di storia, battendo il Galles di un punto: 21-22. Ma la pagina più bella è stata scritta a fine partita. Un vero terzo tempo, di quelli che Ange Capuozzo non dimenticherà più nella sua vita. Un gesto sportivo d’altri tempi. Il gallese Josh Adams, a fine gara, è stato insignito della medaglia quale miglior giocatore della partita. Rimasto però rimasto impressionato dall’azione di Ange Capuozzo (al confronto di questi giganti massicci giocatori di rugby, lui così mingherlino, uno screzio di 70 chili), ha fornito un’azione entusiasmante che ha rivoltato la partita mandando alla meta vincente Edoardo Padovani, Adams, dopo aver ricevuto il premio è andato da lui e glielo ha ceduto. Un gesto inaspettato, ma che ha reso orgoglioso Capuozzo e tutta la squadra azzurra, che per la prima volta non ha ricevuto il solito cucchiaio di legno.

forbes
close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleMoto GP: Miguel Oliveira vola sul bagnato di Mandalika
Next articleMichela Moioli quinta a Veysonnaz, ma mantiene il secondo posto in classifica generale