Otto medaglie, di cui due d’oro, quattro d’argento e due di bronzo. Tricolore sempre sul podio – almeno una volta – in ogni giornata di gara e con tutte e tre le armi. Ben cinque squadre su sei medagliate nei team events. Sono i numeri con cui l’Italia archivia il Campionato del Mondo Assoluto 2022 appena conclusosi al Cairo in Egitto, con il terzo posto finale nel Medagliere ma pure con la leadership, condivisa con la Francia, per numero di medaglie conquistate.

Il bottino azzurro si è aperto nelle competizioni individuali con il bronzo della spadista Rossella Fiamingo, seguito dagli argenti nel fioretto femminile e maschile di Arianna Errigo e Tommaso Marini.

forbes

Poi lo show delle squadre, cominciando dall’argento della spada femminile con Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Federica Isola e Alberta Santuccio, e dal bronzo degli sciabolatori Gigi Samele, Luca Curatoli, Pietro Torre e Michele Gallo.

Il penultimo giorno ecco l’oro tanto atteso, conquistato dal team delle fiorettiste composto da capitan Arianna Errigo, Alice Volpi, Francesca Palumbo e Martina Favaretto, a cui ha fatto seguito lo splendido argento degli spadisti Andrea Santarelli, Federico Vismara, Davide Di Veroli e Gabriele Cimini.

Infine, sui titoli di coda della giornata di chiusura, l’oro del fioretto maschile con Daniele Garozzo, Tommaso Marini, Alessio Foconi e Guillaume Bianchi per un finale magico.

Un bilancio importantissimo per la scherma italiana, che migliora decisamente l’ultima edizione della kermesse iridata, svoltasi tre anni fa a Budapest, e che porta a medaglia sette dei nove esordienti presenti in questo Mondiale. E tra le tante note positive, è forse quella più bella.

forbes
Previous articleQuinto posto mondiale per Emmanuel Ihemeje nel salto triplo
Next articleDon Colleoni, arriva la conferma di Giorgia Locatelli