Diciamo subito che l’Albinoleffe fallisce l’obiettivo zero gol al passivo, fissato alla vigilia, ma vince la sfida casalinga con il Modena che consente di mettere fieno in cascina e infondere ulteriore fiducia all’ambiente seriano. Un successo netto ma al tempo stesso sofferto, perché il Modena si conferma squadra bene organizzata. Nei primi 20’ accade poco o niente, nel senso che la formazione di Fortunato prova ad affondare lungo le fasce laterali ma il Modena fa buona guardia e non esita a ripartire. Il primo, vero sussulto al 23’ quando, su cross basso di Foglio, il portiere Caglioni anticipa d’un soffio Cristiano. Su capovolgimento di fronte e cross di Dalla Bona, Bernacci controlla e tenta di piazzare il pallone che Tomasig con un colpo di reni devia oltre la traversa. L’Albinoleffe preme e al 26’ su incursione in area modenese di Girasole, il difensore Perna anticipa di testa Cocco Sul prosieguo dell’azione Diagouraga sfiora l’autorete nel tentativo di anticipare Piccinni; decisivo la respinta d’istinto di Caglioni. Alla mezz’ora azione personale sulla destra di Pacilli che supera tre difensori e impegna Caglioni in una deviazione in angolo. Al 34’ tentativo di testa di Bernacci che manda di poco alto. Al 35’ Cristiano tenta di trasformare un calcio di punizione da oltre venti metri sfiorando il palo alla sinistra del portiere modenese. Al 38’ Modena pericoloso con una bordata da grande distanza di Milani che costringe Tomasig ad allungarsi per respingere; pallone ripreso da Gilioli che sfiora la traversa. Il vantaggio dell’Albinoleffe matura al 2’ della ripresa al termine di un’azione avviata da Foglio e conclusa da Cocco che insacca con un preciso colpo di testa raccogliendo il cross di Cristiano. Il tecnico dei canarini Bergodi affianca Fabinho a Bernacci nel tentativo di dare maggiore vigore alla fase offensiva.

Dopo 16’ della ripresa Fortunato richiama Foglio, determinante in fase di spinta e nell’azione del gol, mandando in campo Laner. Previtali prova il colpo da grande distanza mandando il pallone a un pelo dall’incrocio dei pali. Al 23’ il Modena pareggia in modo rocambolesco: Bernacci prima colpisce la base del palo con un colpo di testa, poi da terra riesce con il corpo a deviare in rete. A questo punto Fortunato getta nella mischia Cisse, protagonista del successo esterno a Bari, richiamando Pacilli. Al 33’ la squadra seriana torna in vantaggio con Cocco che sfrutta una verticalizzazione in area e batte Caglione con un tiro forte e angolato. Nell’ultimo quarto d’ora si gioca in spazi stretti e in modo spezzettato. Albinoleffe vicino alla terza rete al 43’ con un’azione sulla fascia sinistra di Cristiano che entra in area e chiama Caglioni alla difficile deviazione in angolo. E nei minuti finali la squadra seriana non concede agli avversari di affacciarsi nella propria area, difendendo efficacemente il risultato. Sette punti in quattro partite è un buon inizio.

forbes

VIDEO: Fortunato commenta la vittoria bis

VIDEO: Cocco capocannoniere

ALBINOLEFFE-MODENA 2-1

Albinoleffe (4-2-3-1) : Tomasig 6.5 Daffara 6 Malomo 6 Piccinni 6 Cristiano 6.5 Previtali 6.5 (35’ st Salvi 6) Hetemaj 6 Pacilli 6.5 (26’ st Cisse 6.5 ) Girasole 7 Foglio 7.5 (20’ st Laner 6.5) Cocco 8. A disposizione: Offredi, D’Aiello, Regonesi, Torri. Allenatore: Fortunato

Modena (4-3-2-1): Caglioni 6 Milani 6 (26’ st Bassoli 5) Diagouraga 5.5 Perna 5.5 Rullo 5.5 Ciaramitaro 5.5, Giampà 6 (21’ st De Vitis 5.5) Dalla Bona 5 Gilioli 5 (12’ st Fabinho 5.5) Carraro 6 Bernacci 6. A disposizione: Guardalben, Carini, Jefferson, Bassoli, Spezzani, Ciaramitaro, Carraro. Allenatore: Bergodi

Arbitro: Mariani di Aprilia 6

Marcatori: st 2’ Cocco, 23’ Bernacci, 33’ Cocco

Note: ammoniti: Giampà, Daffara, Ciaramitaro, Perna, Diagouraga, Laner. Recuperi: pt 2’, st 5’

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSerie A: la prima tra Milan e Lazio è uno spettacolo di gol
Next articleSerie B: Padova e Brescia battono due colpi