Marcello Miani si laurea campione del mondo nel singolo pesi leggeri a Lake Karapiro. I Mondiali Assoluti e Pesi Leggeri in Nuova Zelanda si chiudono bene per l’Italia grazie all’oro del singolista ravennate e ai due bronzi conquistati dalla singolista leggera Laura Milani (Fiamme Gialle) e dall’otto pesi leggeri (Luigi Scala, Davide Riccardi, Luca De Maria, Armando Dell’Aquila, Matteo Pinca, Gennaro Gallo, Livio La Padula, Bruno Mascarenhas, tim. Vincenzo Di Palma). Sono in tutto sei le medaglie conquistate dalla Nazionale e il medagliere complessivo recita un oro, tre argenti (due nelle specialità olimpiche del quattro di coppia e del doppio pesi leggeri, uno nel due con) e due bronzi ai quali va sommato l’argento del ‘quattro con’ intellettivi nella categoria Adaptive Rowing. Gara aggressiva per Marcello Miani (Canottieri Ravenna), leadership conquistata poco dopo il primo quarto di gara e mai più mollata. Prima l’ungherese Galambos e poi lo slovacco Babac hanno provato a insidiarlo ma alla fine si sono dovuti arrendere incassando distacchi pari rispettivamente a 2’’37 e 4’’04. Stagione da incorniciare per Miani,

forbes

Terzo anche l’otto pesi leggeri di Luigi Scala (Marina Militare), Davide Riccardi, Luca De Maria, Armando Dell’Aquila (Fiamme Oro), Matteo Pinca (Moto Guzzi), Gennaro Gallo (Marina Militare), Livio La Padula (Fiamme Oro), Bruno Mascarenhas (Roma), tim. Vincenzo Di Palma (Fiamme Gialle) che, dopo un buon avvio, viene passato dalla Germania e dall’Australia: la barca azzurra lotta sino alla fine portando a casa la terza medaglia, dopo il singolo e il doppio, per il settore pesi leggeri maschile. Al traguardo 3″63 il distacco dalla Germania e 1″97 dall’Australia.Si chiude al decimo e al tredicesimo posto l’avventura dei due doppi femminile e maschile. Elisabetta Sancassani (Fiamme Gialle) e Laura Schiavone (Irno) si classificano al quarto posto nella finale B alle spalle di Nuova Zelanda, Cina e Danimarca. Gabriele Cagna (Eridanea) e Federico Ustolin (Saturnia) vincono la finale C contro Slovenia ed Egitto.

un anno fa bronzo nel doppio pesi leggeri a Poznan e quest’anno primo ai Tricolori, agli Europei e ai Mondiali.
Laura Milani (Fiamme Gialle) si conferma sul podio del Mondiale dopo l’argento di Poznan 2009: questa volta la piazza d’onore sfugge nel finale a vantaggio della neozelandese Ayling (56 centesimi) ma, dopo una gara impostata con grande intelligenza, l’azzurra riesce comunque a respingere il forcing della brasiliana Beltrame (13 centesimi).

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleTennis: Schiavone e Pennetta, Italia sul 2-0 nella finale di Fed Cup con gli Usa
Next articleGolf: Francesco Molinari trionfa allo HSBC Champions di Shangai