E’ il bergamasco Marco Pinotti, una laurea in ingegneria, la prima maglia rosa del 94esimo Giro d’Italia. La sua squadra, Htc-Highroad che annovera il britannico Cavendish, si è aggiudicata la prova a cronometro sulla distanza di 19,3 km da Venaria Reale a Torino. Pinotti non è nuovo a successi nella Corsa Rosa. Nel 2007 ha indossato la maglia di leader per quattro tappe e nel 2008 ha vinto la prova contro il tempo disputatasi sul circuito cittadino di Milano, ultimo atto di quella edizione. Più volte campione italiano a cronometro, Pinotti era dato tra i favoriti della prova d’esordio. La più ambita perché assegna la prima maglia rosa del giro che celebra i 150 anni dell’Italia Unita, con arrivo nella città che ospita il raduno degli alpini. Una cornice indimenticabile. La squadra di Pinotti ha viaggiato alla media di 55,142, decisamente tra le più alte che si ricordino. La HTC-Highroad ha tagliato il traguardo a Torino dopo 20’59. Un’altra squadra americana, RadioShack, è arrivata a 10″; terza la Liquigas a 22″, quarta Omega Pharma – Lotto e quinta la Garmin a 24″. Il primato di Pinotti viene messo subito a dura prova perché la prima tappa, la più lunga del Giro con i 244 km che porta la carovana a Parma, è adatta ai velocisti con possibilità di abbuoni.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSerie B: Siena e Atalanta brindano alla serie A
Next articleSerie A: il Milan festeggia all’Olimpico lo scudetto n. 18