Eset WMD Night, terzo posto e primato personale sui 1500 metri per Marta Zenoni

La 25enne di Ranica ha chiuso la prova in 4'05"71 migliorando così il proprio limite sulla distanza.

91

Non sono bastati a Marta Zenoni la grinta e la doti in volata per conquistare i 1500 metri all’Eset WMD Night andata in scena all’Arena Civica di Milano.

Con un meteo tutt’altro che favorevole per gareggiare complice la pioggia intermittente e il freddo, la 25enne di Ranica si è dovuta accontentare del terzo posto nella gara che ha visto il successo di Federica Del Buono (Carabinieri).

forbes

La 29enne vicentina ha attaccato sin dall’inizio seguendo il ritmo delle “lepri” e andandosene così in compagnia della francese Berenice Cleyet-Merle, mentre dietro la bergamasca della Luiss SSD prendeva il suo ritmo insieme alla favorita Nadia Battocletti (Fiamme Azzurre).

Negli ultimi 400 metri Zenoni ha provato a rompere gli indugi distanziando la giovane trentina e riavvicinandosi al duo di testa, ma la rimonta non è bastata per aggiudicarsi il successo che ha visto Del Buono imporsi in 4’05″21, nuovo record del meeting.

“Sono molto contenta perché sono andata subito davanti e ho preso il ritmo delle lepri cercando di stare dietro loro – ha confessato la vincitrice -. Quando hanno rallentato sono ripartita e per questo motivo posso dirmi soddisfatta di essermi espressa su questi ritmi essendo il primo appuntamento dopo una serie di gare più lunghe”.

Seconda piazza per Cleyet-Merle che ha concluso la gara in 4’05″38 davanti all’orobica che ha terminato le proprie fatiche in 4’05″71 realizzando il primato personale sulla distanza e precedendo Battocletti che non è riuscita ad andare oltre 4’08”51.

“Speravo uscisse un tempo migliore, tuttavia forse le condizioni meteo, forse l’impossibilità di lavorare al meglio in settimana mi ha impedito di andare oltre – ha sottolineato l’atleta delle Fiamme Azzurre -. Sarà una stagione molto impegnativa, ci sono tanti appuntamenti e bisognerà mettersi sotto. Agli Europei farò i 5000 metri così come alle Olimpiadi dove probabilmente aggiungerò anche i 1500. Su questa distanza mi testerò a Modena prossimamente, mentre su quella più lunga gareggerò a Marrakech”. 

Fuori dalla top ten la bellunese di stanza a San Pellegrino Terme Gaia Colli (Carabinieri) e la 20enne di Pedrengo Arianna Algeri (Atletica Bergamo 1959) che hanno concluso rispettivamente in dodicesima piazza in 4’28”15 e quindicesima in 4’53”15.

Sui 5000 metri nuovo primato personale per Samuel Medolago (Atletica Valle Brembana) che ha concluso in quinta posizione la gara vinta dall’atleta del Burundi Célestin Ndikumana (13’31”53) che si è lasciato alle spalle Jacopo De Marchi (Esercito, 13’34”91) e il connazionale Emile Hafashimana (13’35”80).

Il 28enne di Sant’Omobono Terme ha tagliato la competizione in 13’45”82 davanti al gromese Ahmed Ouhda (Esercito, 13’52”38) e al talento di San Pellegrino Terme Nadir Cavagna (Fiamme Azzurre, 13’53”77), rispettivamente settimo e nono.