La ginnasta ritmica Julieta Cantaluppi conquista la qualificazione individuale ai Giochi Olimpici di Londra, piazzandosi al 14° posto ai campionati del mondo in corso a Montpellier. La notizia potrebbe essere non da prima pagina, ma contiene tanti aspetti di rilievo, anche aneddotici. Intanto l’eccellente prestazione che consente all’azzurra, comasca di nascita e fabrianese di adozione, di conquistare uno dei 15 pass per la rassegna a cinque cerchi. La sei volte campionessa italiana, classe ‘85, è la ginnasta più anziana di tutta la rassegna francese. Proprio a Londra la madre della Cantaluppi, la sua attuale allenatrice, la bulgara Kristina Ghiurova, vinse il titolo iridato alla fune nel 1979. L’azzurra chiuderà la carriera dovela mamma trionfò prima che lei nascesse. A Pechino 2008 le individualiste della Ritmica avevano mancato soltanto la qualificazione. Dopo Susanna Marchesi a Sydney 2000 e Laura Zacchilli ad Atene 2004, anche Julieta Cantaluppi entra nella storia olimpica italiana.

I XXXI Campionati del Mondo di Ginnastica Ritmica procedono nel segno di Evgenia Kanaeva. La zarina di Omsk che ha vinto tutti i Concorsi Generali, olimpici e mondiali, da Pechino in poi, si aggiudica anche la medaglia d’oro di Montpellier, la quinta, dopo le quattro di specialità. Chiusa la rassegna individuale, tocca ai 24 gruppi. Le Farfalle tricolori partono dalle 5 palle.

forbes
close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSerie A: Mezzaroma sorride ma il progetto Luis Enrique non decolla
Next articleVolley: buona la prima all’Europeo per l’Italia femminile