Partenza perfetta delle azzurre, che nella prima gara della Final Six del World Grand Prix, superano con un netto 3-0 le padrone di casa cinesi. Bella prestazione della squadra di Massimo Barbolini, che ha giocato un match con pochissime sbavature, per lo più concentrate nel terzo set, in cui ha saputo recuperare due netti svantaggi, prima di chiudere vittoriosamente con lo scarto più largo.

Grande prova difensiva, ma eccellente anche a muro ed in attacco, grazie alla lucida regia di Eleonora Lo Bianco. Determinanti per il successo i punti realizzati da Ortolani e Del Core. La prima protagonista assoluta del set iniziale, la seconda decisiva nel terzo. Accanto a loro le due centrali Gioli e Barazza hanno “toccato” tantissimo gli attacchi cinesi e permesso al bravo libero Merlo di esaltarsi in fase difensiva, dove anche Piccinini e Lo Bianco hanno compiuto salvataggi quasi miracolosi. L’Italia ha iniziato la gara con tranquillità, ha ribattuto inizialmente punto su punto alla Cina, poi ha preso il largo arrivando a condurre 18-12. Le ragazze italiane sono state brave a contenere il ritorno cinese ed hanno chiuso 25-20. Nel secondo subito azzurre avanti 10-4. Cina che rimonta 14-13, poi cede 25-16 fermata più volte dai muri di Barazza e Del Core.

forbes

Nel terzo la Cina gioca il tutto per tutto. Allunga una prima volta 9-4, ma viene rimontata e superata; poi ancora 18-14, ma il finale è tutto italiano con Ortolani che sigla il 25-21 della vittoria.

Una esibizione lusinghiera che lascia ben sperare per il proseguimento delle finali, che guardando i risulti degli altri due incontri, sono iniziate in maniera equilibratissima come era prevedibile alla vigilia. Nella seconda giornata, sulla strada del sestetto italiano gli Stati Uniti, che hanno rischiato grosso contro la Polonia prima di imporsi al tie-break. Una prima parte di gara inguardabile per il sestetto di McCutcheon, costretto a togliere una scialba Hooker. La Polonia è arrivata a condurre 24-22. Poi la grande rimonta Usa e la vittoria al quinto. La grande sorpresa della prima giornata è stata la sconfitta del Brasile contro il Giappone, al termine di cinque set combattuti. Un risultato inatteso, ma meritato sul campo dalla squadra di Manabe.

CINA-ITALIA 0-3 (20-25 16-25 21-25)

CINA: Wei 2, Wang Y. 11, Xue 4, Li 6, Chen 8, Ma 7. Libero: Zhang X.. Xu 3, Wang Q., Zhang L., Fan 1. Non entrata: Bian. All. Wang Baoquan.

ITALIA: Del Core 15, Barazza 8, Ortolani 15, Piccinini 11, Gioli 9, Lo Bianco 3. Libero: Merlo. Bosetti 1, Arrighetti 1. Non entrate: Rondon, Crisanti, Barcellini. All. Barbolini.

ARBITRI: Macias (Mex) e Shahmiri (Irn).

Spettatori: 8000. Durata set: 22, 20, 23

Cina: bv 5, bs 6, m 5, e 7.

Italia: bv 5, bs 2, m 12, e 10.

Calendario e risultati –

Classifica:

Italia 3, Usa e Giappone 2, Polonia e Brasile 1, Cina 0. 25 agosto: Usa-Polonia 3-2 (13-25 18-25 28-26 25-19 15-12); Brasile-Giappone 2-3 (25-13 23-25 25-18 22-25 13-15); Cina-Italia 0-3 (20-25 16-25 21-25). 26 agosto: Usa-Italia (ore 7 diretta LA7d); Polonia-Brasile; Cina-Giappone. 27 agosto: Giappone-Italia (ore 7 diretta LA7d); Brasile-Usa; Cina-Polonia. 28 agosto: Polonia-Giappone; Brasile-Italia (ore 9.30 diretta LA7); Cina-Usa. 29 agosto: Giappone-Usa; Italia-Polonia (ore 9.30 diretta LA7); Cina-Brasile.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleCinque medaglie e tanti record per gli azzurri paralimpici ai mondiali di nuoto
Next articleWorld Grand Prix: le azzurre cadono con gli Stati Uniti