L’Italia del rugby perde l’appuntamento con la storia ed esce dai mondiali in Nuova Zelanda, sconfitta per 36-6 dall’Irlanda che gli azzurri di Mallett speravano di battere per accedere ai quarti di finale della manifestazione iridata. Sarebbe stata la prima volta e sembrava un traguardo alla portata. Invece l’Italia regge sono nel primo tempo, quando per due volte su tre riesce a rispondere con Bergamasco ai calci piazzati irlandesi. Prima del riposo l’ovale si stampa sul palo della porta irlandese. Rientrati in campo in svantaggio 6-9, gli azzurri non ritrovano la forza e la concentrazione, commettendo l’errore di attendere gli irlandesi che dilagano andando in meta tre volte. Un crollo verticale, fisico e psicologico, e la fine dell’era Mallett che al raggiungimento dei quarti di finale aveva creduto, anche per riscattare la sconfitta subita allo stadio Flaminio nei Sei Nazioni ad opera dell’Irlanda che si era imposta 13-11 nel finale di match grazie a un drop beffardo.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSerie A: Napolinternazionale, la banda Mazzarri stravince
Next articleLa serie A è di marca bianconera