La gara di apertura del turno infrasettimanale di campionato tra Milan e Lazio, anticipo della 23a giornata, finisce senza reti. Mai come in questa occasione la squadra rossonera può dirsi in debito con la fortuna, perché i biancocelesti, nonostante il 4-3-1-2 scelto da Reja, sono costretti nel secondo tempo a giocare nella propria metà campo sotto la pressione di Ibrahimovic e compagni. Ma soprattutto il Milan lamenta due giocatori vittima di infortunio e costretti al ricovero in ospedale. Bonera è costretto ad uscire per un colpo allo zigomo e viene sostituito ad inizio di ripresa da Legrottaglie, all’esordio in rossonero, che al 39’ subisce un colpo fortunoso alla testa da Kozak e lascia il campo in barella e lo stadio in ambulanza. Il Milan, schierato con Ibra, Robinho e Pato in attacco, si rende veramente pericoloso solo nel secondo tempo, quando maturano due clamorose occasioni. Al 6’ Ibrahimovic si libera e calcia a botta sicura mandando il pallone a carambolare prima su un palo e poi sull’altro danzando lungo la linea di porta. Dopo uno spunto dello svedese che accarezza il palo con un tiro a giro, al 25’ Robinho supera Muslera ma la sua conclusione viene intercettata e respinta da Biava. La spinta offensiva c’è, non altrettanto la lucidità in fase conclusiva. E così Allegri, costretto a schierare Thiago Silva sulla linea mediana tra Flamini e Emanuelson, non riesce a sfruttare il fattore campo. La Lazio mantiene le distanze dalla capolista offrendo al Napoli la possibilità, vincendo, di portarsi a sole due lunghezze dalla vetta.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleSerie B: Bergamo sorride per Mondonico e l’Atalanta capolista
Next articleAlpinismo: Simone Moro ha conquistato la vetta del Gasherbrum II