Il Milan mantiene la media scudetto vincendo a San Siro con il Bologna. Il successo porta la firma di Flamini che dopo 8’ irrompe in area felsinea e insacca alle spalle di Viviano. Ai rossoneri basta un punto nelle ultime tre partire per la certezza aritmetica del titolo. Nella corsa alla qualificazione in Champions League stecca l’Udinese travolta a Firenze. I viola di Mihajlovic ne segnano cinque, con un gran tiro al volo di Vargas e doppiette di D’Agostino e Cerci. I friulani, irriconoscibili rispetto a quello che facevano vedere fino a un mese fa, riescono solo ad accorciare due volte le distanze finendo poi per crollare nel finale. A secco Di Natale. Grazie alle vittorie odierne, sono praticamente in salvo Parma, Chievo e Catania. Il Parma supera il Palermo, andando in vantaggio con una rete incredibile, frutto di un rinvio sbagliato di Sirigu che colpisce Dzemaili facendo carambolare il pallone in porta. Dopo il raddoppio di Modesto, i rosanero vanno a segno con Pastore ma poi Candreva realizza il gol che mette al sicuro il risultato. Il Chievo si aggiudica lo scontro con il Lecce. Il gol partita è di Rigoni che ribatte in rete una respinta del portiere su colpo di testa di Pellissier. Al Bentegodi i salentini giocano a viso aperto, ma le occasioni migliori capitano ai veronesi che meritano i tre punti. Il Catania di Simeone costringe alla sconfitta il Cagliari, che può recriminare per una serie di occasioni fallite e per aver subito i due gol in superiorità numerica. Entrambe le reti facilitate dalla corta respinta del portiere Agazzi. Bello e drammatico lo spareggio disputato a Marassi tra Sampdoria e Brescia. Finisce in pareggio con i lombardi tre volte in vantaggio e i doriani sempre in grado di rimontare. Il primo gol è del brasiliano Eder, a cui risponde Pozzi. Poi l’airone Caracciolo riporta in vantaggio le rondinelle, raggiunte da un rasoterra di Tissone. Quando Caracciolo segna la doppietta personale, sembra fatta, ma al 90’ Mannini infila il pallone sul primo palo ridando speranze ai blucerchiati e condannando di fatto il Brescia alla retrocessione. Con il Bari già condannato, la terza squadra a scendere in B dovrebbe essere una tra Cesena (37), Sampdoria (36) e Lecce (35).

Risultati 35a giornata: Catania-Cagliari 2-0 Chievo-Lecce 1-0 Fiorentina-Udinese 5-2 Milan-Bologna 1-0 Parma-Palermo 3-1 Sampdoria-Brescia 3-3. Giocate sabato: Cesena-Inter 1-2 Napoli-Genoa 1-0. Bari-Roma (h 20:45) Lazio-Juventus (lunedì 2 maggio h 20:45)

forbes

Classifica: Milan 77 Inter 69 Napoli 68 Lazio 60 Udinese 59 Roma 56 Juventus 53 Palermo 50 Fiorentina 49 Genoa 45 Cagliari 44 Chievo 42 Parma 41 Catania Bologna 40 Cesena 37 Sampdoria 36 Lecce 35 Brescia 31 Bari 21

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleScherma: tris spadisti in Coppa del Mondo, sciabola d’oro a squadre
Next articleSerie A: la Roma passa a Bari, Totti a quota 206 gol in serie A