Vincenzo Montella è il nuovo allenatore della Roma. Prende il posto di Claudio Ranieri, dimissionario dopo la sconfitta patita dalla squadra giallorossa allo stadio Marassi contro il Genoa. La decisione è stata ufficializzata a meno di 24 ore dall’apertura ufficiale della crisi tecnica con un comunicato in cui “la Roma rende noto di aver affidato a Vincenzo Montella l’incarico per la conduzione tecnica della prima squadra, fino al termine della stagione sportiva in corso, certi che con entusiasmo e dedizione saprà mettere a disposizione della squadra le sue qualità, la sua professionalità e la sua esperienza”. Laconico quello che annuncia la risoluzione del contratto di Ranieri con la Roma: “A seguito delle dimissioni presentate domenica sera, il contratto economico con il Sig. Ranieri, la cui naturale scadenza era prevista al 30 giugno 2011, è stato risolto consensualmente in via anticipata, con effetti a decorrere dalla data odierna. L’A.S. Roma desidera ringraziare il Sig. Claudio Ranieri per la professionalità dimostrata e l’impegno profuso durante il periodo di conduzione tecnica”. La presidente Rosella Sensi non dimentica però le emozioni e le soddisfazioni nel corso del biennio che ha visto Ranieri sulla panchina giallorossa, culminate nella rimonta sull’Inter della passata stagione pur senza la conquista dello scudetto. “La decisione di lasciare la Roma, a malincuore, per dare una scossa non può che far onore all’uomo – scrive Rosella Sensi – e posso immaginare quanto gli sia pesato, lui che è romano ed è tifoso dei nostri colori. Auguro all’uomo e all’allenatore un futuro radioso e tutti i successi professionali che merita”.

Trentasette anni, ex attaccante della Roma con cui ha vinto lo scudetto 2001 e la supercoppa italiana nella stessa stagione oltre che la coppa Italia 2007, è soprannominato “Aeroplanino” per via dell’esultanza che compiva dopo il gol, in cui era solito mimare il volo di un aeroplano. Si è ritirato dal calcio giocato nel luglio 2009 dopo aver segnato ben 235 reti in partite ufficiali, tra campionati e coppe, 141 delle quali in serie A e 14 nelle competizioni europee. Nella partita Lazio-Roma della stagione 2001-2002 ha segnato ben 4 gol, record per il derby capitolino. Con la Nazionale italiana ha totalizzato 20 presenze e tre reti. Dall’estate 2009 diventa l’allenatore del settore giovanile della Roma e dal 21 febbraio 2011 prende in mano le redini della prima squadra. Percepirà 500mila euro, con un premio di 50mila euro in caso di qualificazione alla prossima Champions League.

forbes
close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleRoma 2020: no di Montezemolo, il designato è Mario Pescante
Next articleSerie B: Atalanta torna sola al comando, Siena e Novara ko