Il match tra prime della classe termina senza reti e non regala grande spettacolo. Sul campo di Modena, il Torino ottiene il risultato voluto contro il Sassuolo. Nessuna delle due squadra gioca ai propri livelli, in particolare i granata di Ventura che con saggezza di accontenta della divisione della posta e approfitta del rallentamento di tutte le inseguitrici. Un pareggio, dunque, che equivale a una vittoria. Nonostante la sconfitta subita a Livorno, il Pescara resta al secondo posto, in condominio con il Sassuolo. Lo stop per la squadra di Zeman arriva dopo cinque vittorie consecutive. Gli abruzzesi si illudono passando in vantaggio con Cascione al 21’ del primo tempo grazie a un errore difensivo di Perticone. Dopo soli 3’ il pareggio di Paulinho che al 38’ del primo tempo segna la sua doppietta. Al quarto d’ora della ripresa festeggia il gol anche Barone, uno degli eroi di Berlino 2006. Il Padova, che aveva sempre vinto in casa, si fa fermare sul pareggio dalla matricola Juve Stabia, che senza la penalizzazione inflittale dal giudice sportivo stazionerebbe nella zona alta della classifica. Veneti due volte in vantaggio, con Cacia e Italiano su rigore, e puntualmente raggiunti prima da Mbakogu e poi da Sau al 32’ della ripresa. Il cambio di allenatore non porta bene all’Ascoli che perde in casa ad opera del Cittadella. Decide un calcio di rigore concesso e realizzato al 35’ del primo tempo da Di Roberto. Finisce in pareggio il derby di Calabria tra Crotone e Reggina. La squadra dello Stretto perde una ghiotta occasione passando in vantaggio al 32’ del primo tempo con Missiroli e poi facendosi raggiungere dai padroni di casa, ridotti in dieci, al 20’ della ripresa con Ciano. Primo successo per Giannini che aveva esordito con una sconfitta interna sulla panchina del Grosseto. La formazione maremmana passa sul campo della Nocerina che, passato in vantaggio dopo 10’ con Castaldo, spreca un calcio di rigore e poi subisce l’uno-due ad opera di Mancino prima del riposo e Consonni al 13’ del secondo tempo. Si chiudono senza le reti le sfida Varese-Modena e Empoli-Albinoleffe. I modenesi resistono agli assalti varesini, mentre la squadra seriana ottiene un punto importante dopo quattro ko consecutivi esterni chiudendo gli spazi al bomber Tavano. Un tris di Abbruscato (nella foto), nuovo capocannoniere della B, regala la vittoria al Vicenza di Cagni, opposto a un altro vecchio allenatore, Simoni sulla panchina del Gubbio.

Nei posticipi il Verona espugna ilSan Nicola di Bari, mettendo sempre più in discussione la panchina di Torrente e affacciandosi in zona playoff, a pari merito con la Sampdoria che pareggia senza reti a Brescia. Una boccata d’ossigeno per i due allenatori, quello doriano Atzori impegnato a far risalire la squadra, e Scienza che interrompe la serie di quattro sconfitte consecutive anche se il solo punto guadagnato non basta a risollevarsi.

forbes

Risultati 14a giornata: Ascoli-Cittadella 0-1 Crotone-Reggina 1-1 Empoli-Albinoleffe 0-0 Livorno-Pescara 3-1 Nocerina-Grosseto 1-2 Padova-Juve Stabia 2-2 Sassuolo-Torino 0-0 Varese-Modena 0-0 Vicenza-Gubbio 3-1. Posticipi: lunedì 7 novembre: Bari-Verona 0-1Brescia-Sampdoria 0-0
Classifica Torino punti 33 Pescara Sassuolo 28 Padova 27 Reggina 24 Sampdoria Verona 22 Bari Grosseto 20 Livorno Varese 19 Cittadella Brescia 17 Crotone 16 Juve Stabia Gubbio Albinoleffe Modena 14 Nocerina Vicenza 13; Empoli 12 Ascoli 2.

 

 

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleIl Gran Premio di Valencia in onore di Marco Simoncelli
Next articleAlbinoleffe: ecco il risultato che fa contento Fortunato