L’Atalanta aggancia la vetta del campionato di serie B vincendo il posticipo casalingo contro il Grosseto e al termine del girone di andata condivide con il Novara il titolo di campione d’inverno. Si conclude così il lungo inseguimento dei nerazzurri bergamaschi alle posizioni che valgono la promozione. Il cammino è ancora lungo, ma la squadra di Colantuono dimostra di aver maturato convinzione, fiducia e determinazione per cogliere l’obiettivo. Il Grosseto, con un attacco inesistente e reso inefficace dai difensori atalantini, dimostra tutti i limiti attuali, che potranno essere superati con i nuovi innesti, tra cui quello di Sforzini proveniente dal Cluj e dell’atalantino Defendi, ma intanto continua a navigare nelle acque basse di classifica.

Colantuono tiene Doni in panchina e schiera Ceravolo al fianco di Tiribocchi nel 4-4-2 che vede Padoin e Bonaventura agire sugli esterni di centrocampo e Carmona e Barreto in posizione centrale. Sulla linea arretrata Bellini sulla destra duella con l’argentino Alfageme, Capelli e Troest formano la coppia centrale con Peluso a sinistra. Nel 4-2-3-1 di Moriero subito spazio ai nuovi arrivati Giallombardo, esterno sinistra di difesa, e il senegalese Papa Waigo, che gioca sulla destra in linea con Caridi e Alfagene alle spalle dell’ex atalantino Soncin. Allegretti e Papini e perni di centrocampo.

forbes

L’Atalanta tiene subito il ritmo alto. Dopo 5’ Ceravolo porta lo scompiglio nella difesa del Grosseto prima di essere fermato in extremis, poi Bonaventura insidia due volte la porta di Narciso peccando però di precisione. All’8 Barreto pesca con un lungo lancio Tiribocchi che manca il tiro al volo. Ma al 13’ Papa Waigo scatta in contropiede e Consigli sceglie i tempi giusti per uscire dall’area e anticipare di testa l’avversario. Al quarto d’ora la squadra di Colantuono passa in vantaggio con Bonaventura che raccoglie un lungo cross di Padoin dalla fascia destra e con un colpo di testa piazza il pallone alle spalle di Narciso. Al 19’ Ceravolo effettua un cross dalla linea di fondo, pronto alla girata Tiribocchi che angola troppo mandando il pallone a lato. Al 26’ nuovo lancio lungo di Barreto per Tiribocchi che colpisce di controbalzo mandando il pallone alto sulla traversa. Il Grosseto prova ad uscire ma viene tenuto a bada e non riesce a trovare sbocchi verso la porta di Consigli. Al 34’ nuova opportunità per Tiribocchi, imbeccato da un lancio in profondità di Carmona ma anticipato dall’uscita di Narciso. Al 35’ improvvisa conclusione di Soncin che costringe il portiere nerazzurro a rifugiarsi in calcio d’angolo. Un minuto dopo, quasi ad esorcizzare l’episodio precedente, Ceravolo entra in area grossetana ma il suo cross è troppo lungo per i compagni. Al 39’ inserimento di Peluso sulla sinistra e cross delizioso raccolto di testa da Tiribocchi che non riesce a centrare lo specchio della porta. Nel secondo tempo il Tir si sblocca e al 6’ interviene in modo impeccabile su calcio di punizione dalla destra di Barreto, insaccando con un preciso colpo di testa. Colantuono richiama Carmona, alle prese con problemi fisici, inserendo Basha. Moriero richiama Papa Waigo optando per Alessandro, centrocampista offensivo, che al 16’ impegna Consigli con un rasoterra. Al 20’ esce Soncin ed entra Guidone. Colantuono invece richiama Padoin mandando in campo Ferreira Pinto. Alla mezz’ora, su ennesimo assist di Barreto, Tiribocchi sfiora la doppietta con un colpo di testa di poco alto sulla traversa. Al 33’ Narciso, con l’aiuto della traversa, nega il gol su calcio di punizione a Barreto togliendo letteralmente il pallone dall’incrocio dei pali. Al 38’ Ceravolo si destreggia in area del Grosseto e calcia da posizione defilata con pallone respinto da Narciso. Un minuto dopo in contropiede Ferreira Pinto sbaglia l’ultimo passaggio a Ceravolo, che lascia il posto a Doni per la passerella finale.

ATALANTA-GROSSETO 2-0

Atalanta (4-4-2): Consigli 6, Bellini 6.5, Capelli 6, Troest 6, Peluso 6.5, Bonaventura 7, Barreto 7.5, Carmona 6.5 (7’ st Basha 6), Padoin 6.5 (23’ st Ferreira Pinto 6.5), Ceravolo 6.5 (41’ st Doni sv), Tiribocchi 6. A disposizione: Frezzolini, Talamonti, Raimondi, Pettinari. Allenatore: Colantuono

Grosseto (4-2-3-1): Narciso 6, Turati 5, Freddi 5.5, Iorio 5.5, Giallombardo 5.5, Allegretti 5.5, Papini 5, Papa Waigo 5.5 (9’ st Alessandro 5.5), Caridi 5, Alfageme 5, Soncin 5.5 (20’ st Guidone ). A disposizione: Mangiapelo, Bruscagin, Vitello, Federici. Allenatore: Moriero

Marcatori: pt 15’ Bonaventura; st 6’ Tiribocchi

Ammoniti: Padoin, Iorio, Allegretti

Recuperi: It 1’ – IIt 3′

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSerie A: Milan pari sudato, Inter vincente, Napoli stellare
Next articlePallone d’Oro Fifa 2010: Messi, a sorpresa, fa il bis