Doveva essere la gara della consacrazione per la Norda Foppapedretti Bergamo, lanciata verso la certezza aritmetica del primo posto nella regular season da conquistare con il vantaggio del pubblico amico. Invece il ventunesimo turno di Findomestic Cup diventa amaro per la squadra bergamasca, costretta a cedere la vittoria in quattro set alla Chateau d’Ax Urbino. Rimandato perciò all’ultimo turno il tentativo delle rossoblù di ipotecare il primato in classifica. Orfane di Francesca Piccinini, fermata da un attacco influenzale, le rossoblù sono scese in campo con Lo Bianco in cabina di regia, Bosetti, Vasileva e Ortolani ad attaccare, Nucu e Arrighetti al centro e il libero Merlo. La risposta di Urbino è arrivata con le centrali Wilson e Garzaro, il libero Leonardo, l’alzatrice Dalia e le schiacciatrici Petrauskaite, Di Iulio e Jaline. Ci ha pensato Lucia Bosetti a tenere subito alto il ritmo della gara portando in vantaggio le rossoblù con un secco 25-16. Nel secondo set è stato però Urbino a sfruttare tutti i suoi terminali di attacco e sotto i colpi di Wilson, Petrauskaite e Jaline sono arrivati prima la parità, poi il sorpasso e quindi il successo finale. Sabato, invece, nuova sfida sul parquet del PalaNorda: le rossoblù riceveranno la Yamamay Busto Arsizio alle 20.30 per l’ultimo turno di Regular Season.

Intanto, per Mc-Carnaghi Villa Cortese il primo posto è a soli due punti grazie al successo su Riso Scotti Pavia. Le campionesse d’Italia di Scavolini Pesaro battono Conegliano e si portano a -3 dal vertice. Yamamay Busto Arsizio, sconfitta a Perugia, è raggiunta proprio dalla Chateau d’Ax Urbino, a quota 40 e a sei lunghezze dalla capolista Norda Foppapedretti.

forbes

NORDA FOPPAPEDRETTI BERGAMO-CHATEAU D’AX URBINO 1-3
(25-16 18-25 21-25 19-25)
Norda Foppapedretti Bergamo:

Ortolani 6, Nucu 8, Signorile 1, Fanzini, Carrara (L) n.e., Merlo (L), Bosetti 17, Arrighetti 11, Lo Bianco, Vasileva 12, Zambelli n.e.
Allenatore: Mazzanti
Chateau d’Ax Urbino: Moldovan n.e., Bonciani 1, Garzaro 10, Wilson 16, Dalia 2, Roani, Petrauskaite 16, Leonardi (L), Di Iulio 13, Jaline 20, Renatinha, Lapi n.e.
Allenatore: Salvagni
Arbitri: Alessandro Tanasi di Noto (Sr) e Gianluca Cappello di Sortino (Sr)
Battute Vincenti: Bergamo 2, Urbino 2
Battute Sbagliate: Bergamo 2, Urbino 9
Muri: Bergamo 7, Urbino 14
Durata Set: 23’, 26’, 26’, 25’

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleIl Papa Beato e sportivo
Next articleChampions League: Messi straordinario, gol da cineteca