Come da pronostico, nulla da fare in Russia per Norda Foppapedretti Bergamo che, lasciate a casa Piccinini, Ortolani e Arrighetti e senza la convalescente Lo Bianco, schiera una formazione giovanissima e cede di schianto alla Dinamo Mosca nel quinto turno della Pool B di CEV Champions League. Per le rossoblù una sconfitta in tre set (25-22 25-18 25-16) sotto i colpi delle russe trascinate da Nataliya Goncharova (migliore realizzatrice dell’incontro con 17 attacchi e 3 muri). Il match ha visto un avvio senza timori reverenziali per la giovane armata rossoblù, che si è rapidamente trovata avanti per 6 a 1 e ha condotto fino a 21-17, ma si è trattato di un’illusione perché la Dinamo Mosca ha infilato un 7-0 risolvendo a proprio favore il primo set. Senza storia gli altri due. La maggiore esperienza russa e, sul fronte opposto,  forse l’entusiasmo perso vedendosi sfuggire il possibile vantaggio nel primo set sono stati gli ingredienti che hanno fatto la differenza. Ora alle campionesse d’Europa in carica non resta che tentare l’impresa martedì sera al PalaNorda di Bergamo, dove saranno ospiti le turche del Fenerbahce Istanbul, neo campionesse del mondo, per la sfida che chiuderà il programma del Pool B. L’unica possibilità che resta alla squadra bergamasca è qualificarsi tra le migliori terze, vincendo ovviamente il confronto con le turche. Se non dovesse farcela, verrebbe eliminata. Non per demerito, quanto piuttosto ad aver rinunciato all’apporto delle migliori, vuoi per condizione fisica vuoi per scelta tecnica, in molti degli impegni del girone di qualificazione. In campo femminile hanno guadagnato già gli ottavi Villa Cortese e Scavolini Pesaro. Tra gli uomini accesso agevole alla seconda fase per Trento e Cuneo.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
forbes
Previous articleCompleanno centenario per la maglia azzurra
Next articleSlalom maschile Zagabria, Razzoli 4°, quattro azzurri nei 13