In A1 maschile Trento perde l’imbattibilità dopo 20 vittorie consecutive. La caduta avviene davanti ai propri sostenitori ad opera del Verona che si impone per 3-1. Il record assoluto di successi consecutivi risale a vent’anni fa ed è detenuto dal Messaggero Ravenna che arrivò a 25 partite utili. Cuneo vince in casa con Castellana Grotte e si porta a otto lunghezze dalla capolista. Vittoria al tie-break per Macerata a Vicenza, mentre Treviso patisce una pesante sconfitta interna da Latina. Successi anche per Modena su Roma e di Forlì che si prende la soddisfazione di superare Monza benché alla fine della giornata si ritrovi retrocessa matematicamente.

Risultati 21a giornata: Trento-Verona 1-3 (24-26 20-25 25-20 17-25) Cuneo-Castellana Grotte 3-0 (25-21 25-19 25-23) Treviso-Latina 0-3 (22-25 20-25 20-25) Piacenza-Macerata 2-3 (23-25 15-25 27-25 25-23 12-15) Modena-Roma 3-0 25-23 25-22 25-17 Monza Brianza-Forlì 2-3 (21-25 21-25 25-23 25-21 7-15). In classifica Trento guida con 61 punti, seguono Cuneo con 53, Macerata 46, Treviso 40.

forbes

In serie A1 femminile vittoria e sorpasso per Norda Foppapedretti Bergamo su Scavolini Pesaro. Le bergamasche si impongono per 3-1 riscattando l’uscita di scena dalla Coppa Cev e dando prova di carattere contro le marchigiane attese dalla Final Four di Champions League.

Le rossoblù si schiera con Lo Bianco ad orchestrare le centrali Nucu e Arrighetti, il libero Merlo, le schiacciatrici Piccinini, Ortolani e Vasileva. Quest’ultima ad alternarsi con Lucia Bosetti già dal finale del primo set. Pesaro scende in campo con Ferretti in cabina di regia, le centrali Manzano e Guggi, le attaccanti Usic, Flier e Saccomani e il libero De Gennario. Primo set tutto all’attacco per la Norda Foppapedretti, con Ortolani e Vasileva inarrestabili, pareggiato in fretta dalle campionesse d’Italia in carica. Ma dal terzo parziale, pur perdendo Ortolani per infortunio, le rossoblù fanno valere la legge del PalaNorda, conquistando la vittoria per tre set a uno. Al fischio d’inizio, un minuto di silenzio per rendere omaggio all’alpino Massimo Ranzani caduto in Afghanistan e per ricordare Yara e Daniel, i giovani bergamaschi tragicamente scomparsi.

Nella 14a giornata vincono anche Novara, Villa Cortese, Busto Arsizio, Castellana Grotte e Urbino.

In classifica prima Bergamo con 30 punti, Pesaro e Novara a quota 29, Villa Cortese 28, Busto Arsizio 26, Conegliano 25, Urbino 24 e Castellana Grotte 18, che occupano le prime otto posizioni.

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleAtletica: Antonietta Di Martino oro nell’alto all’Euroindoor di Parigi
Next articleSerie B: Atalanta raggiunta nel finale dal Novara