Alla vigilia del campionato interregionale di volo libero tra i piloti di Lombardia, Liguria, Piemonte e Valle d’Aosta, che interessa la dorsale dalla Roncola fino al monte Resegone, con decollo dal monte Linzone (1397 m) e atterraggio ufficiale a Palazzago (Bergamo), si è tenuto nella sala della chiesa del quartiere Manigolda a Curno, alle porte di Bergamo, un incontro formativo con Damiano Zanocco, meteorologo e istruttore di parapendio, organizzato da tutte le associazioni di volo libero orobiche. Damiano Zanocco, campione Triveneto pro 2010 e vincitore del Campionato Italiano di Distanza 2010 categoria FAI, ha relazionato sul volo di cross, vale a dire come sia possibile spostarsi anche di molti chilometri con parapendio o deltaplano, sfruttando un “combustibile” gratuito ed ecologico: le correnti ascensionali di aria, provocate dall’irraggiamento solare del suolo. Basti pensare che gli attuali record mondiali di distanza sono fissati in oltre 400 km per il parapendio e ben 700 per il deltaplano. Zanocco ha analizzato strategie e tecniche per volare dalla mattina alla sera, percorrere lunghe distanze, sorvolare cime e crinali, a cominciare alla componente meteorologica, ovvero la consapevolezza delle condizioni aerologiche e la scelta della giornata e del luogo. Quarantenne di Tiene, in provincia di Vicenza, laureato in Scienze Forestali, Damiano Zanocco è autore del volume fotografico “Sulle Nuvole”, in cui descrive e classifica tutte le nuvole da lui osservate e fotografate nel corso di oltre dieci anni, con annessi due DVD che descrivono il mutare delle formazioni nuvolose attraverso immagini accelerate 100 volte.

GUARDAL’INTERVISTAADAMIANOZANOCCO

forbes

close

Iscriviti alla Newsletter e resta sempre aggiornato!

Le migliori notizie della settimana
di tutto lo sport bergamasco

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

forbes
Previous articleSimone Origone vince la Cdm di sci velocità
Next articleTC Brusaporto, comincia l’avventura della serie B