Home Discipline Altre discipline Agnelli Tipiesse fermata dal Covid

Agnelli Tipiesse fermata dal Covid

69
0

a cura della redazione

Anche Agnelli Tipiesse ha dovuto fare i conti con il Covid-19 ed è stata costretta a rinviare a data da destinarsi, nel rispetto del protocollo condiviso con la Lega Pallavolo Serie A, il match in programma domenica 1° novembre contro la Sieco Service Impavida Ortona, terzo turno del campionato di serie A2. Nell’imminenza della gara, che si sarebbe dovuta disputare a porte chiuse al l Pala Pozzoni di Cisano Bergamasco, la società ha comunicato la notifica di positività al Covid-19 di più di tre tesserati della squadra di casa, pervenuta dai risultati dei test di routine effettuati in settimana: i tesserati positivi si trovano ora in isolamento come da protocollo. Tutto il gruppo squadra è stato immediatamente posto in isolamento, e nei prossimi giorni verranno effettuati nuovi test clinici per il monitoraggio della situazione. Reduce dalla brillante vittoria a Castellana Grotte, Agnelli Tipiesse attendeva particolarmente questo confronto con il team guidato da Nunzio Lanci, che in passato ha dato parecchio filo da torcere alla squadra bergamasca. In più,  quest’anno Ortona può contare su un opposto giovane ma talentuoso come Cantagalli (figlio “d’arte” di Luca bazooka Cantagalli, fenomeno del volley che ha festeggiato nei giorni scorsi il 30°anniversario della vittoria del mondiale di Rio), la banda efficace e ben conosciuta agli orobici come l’ex Felice Sette, lo schiacciatore Marinelli (ex Prata) e Menicali e Simoni al centro sempre sugli scudi, col palleggiatore Pedron da anni protagonista nel panorama della A2. Nel team ritroviamo anche lo schiacciatore Dmitry Shavrak, protagonista di due stagioni fa nelle fila bergamasche, reduce da uno stop per un intervento chirurgico. Nell’ultimo match giocato contro Mondovì, Ortona ha dato prova di grande coesione ordine e compattezza, dimostrando di essere un ottimo gruppo squadra pronto a giocarsela con tutti.

Gli orobici sono invece reduci da due belle vittorie che hanno giovato lo spirito e portano carica e ottimismo nell’ambiente spogliatoio, con le belle prestazioni degli attaccanti Santangelo Terpin e Pierotti, la conferma dei centrali in crescita a muro e la prestigiosa regia dell’argentino Finoli, sulla base di una difesa e ricezione su alti livelli del giovane libero Francesco D’Amico, uno dei migliori in campo nell’ultimo match contro Castellana Grotte. Ora non resta che attendere e sperare in un rapido e confortante esito dei tamponi, per proseguire in serenità un campionato lungo e molto impegnativo.