Home Discipline Altre discipline SBS Basket Montello felici di giocare

SBS Basket Montello felici di giocare

135
0

Federica Sorrentino

SBS Basket Montello si è rituffata in clima campionato, uscendo sconfitta nelle due trasferte a Porto Torres e Meda nel derby lombardo con i vicecampioni d’Italia di Cantù. La squadra bergamasca di basket in carrozzina è priva di uno dei due stranieri, l’inglese Edwards, il quale, anche quando potrà viaggiare, non sarà subito disponibile essendo obbligato a rispettare il periodo di quarantena imposto a chi arriva in Italia dal Regno Unito. Emblematiche le parole di coach Pizzi dopo l’esordio in terra sarda: “una vittoria essere riusciti a tornare in campo”. Indiscutibilmente vero. Com’è altrettanto chiaro che si vuole ben figurare nel prosieguo della stagione.

Damiano Airoldi, il capitano che gioca da play-guardia, prossimo a spegnere le 51 candeline, si è posto come obiettivo la costruzione di un gruppo unito e con mentalità vincente

Airoldi, il campionato è iniziato dopo la tumultuosa stagione 2020. Con quale spirito avete ripreso l’esperienza agonistica?

Dopo avere trascorso tre mesi in casa e sette senza toccare una palla da basket, abbiamo accumulato dentro di noi una voglia di giocare che non sentivamo da tempo. Ci riteniamo fortunati per essere fra i pochi a poter riprendere.
Quali cambiamenti ci sono stati nel roster rispetto allo scorso anno?

L’idea della Società è stata quella di puntare su un gruppo di giovani talenti italiani. Dopo esserci separati da atleti del calibro di Ian Sagar, Domenico Beltrame, Sebastian Magenheim e Britta Dillmann, abbiamo integrato la rosa con Massimiliano Segreto (reduce da una stagione a Malaga), Alessandro Nava (proveniente da Varese) e con il ritorno di Diouff El Hadji (lo scorso anno a Seregno) e con il nazionale inglese Martin Edwards, il quale peraltro è tuttora confinato in Inghilterra causa COVID.
Solo 8 squadre suddivise in due gironi da quattro. Cosa cambia negli obiettivi stagionali?

La formula dei due gironi non lascerà spazio a prove ed errori; quest’anno abbiamo intenzione di avviare la costruzione di un gruppo unito con la mentalità vincente.
Come si svolge la vostra preparazione in vista delle partite ufficiali?

Fra deroghe e autocertificazioni riusciamo ad allenarci tre sere alla settimana oltre a svolgere tre sessioni di tiro mattutino.

Anche voi, naturalmente, senza pubblico. Come cambia l’atmosfera in campo?

E’ ancora presto per dirlo, lo sapremo fra due settimane ma la prima a Porto Torres ci ha dato l’impressione di una grossa mancanza. Ovviamente, speriamo che le cose cambino presto e di riavere presto i nostri tifosi al palazzetto.

 

Le partite possono essere seguite in diretta sulla pagina Facebook di @directasportlivetv

El Hadji Diouf è un nuovo giocatore della SBS Bergamo

forbes