Home Discipline Altre discipline We run together

We run together

318
0

a cura della Redazione

Lunedì 8 giugno è la data di partenza della gara di solidarietà, sulla piattaforma CharityStars.com, a favore degli ospedali di Brescia e di Bergamo. Un lungo elenco di oggetti sportivi, tra cui quelli donati a Papa Francesco, messi a disposizione da una miriade di atleti. Tra essi le bergamasche Martina Caironi e Sofia Goggia, Filippo Tortu che nel tunnel della pista di atletica leggera è solito allenarsi, e tanti campioni di ieri e di oggi. We Run Together, organizzata da Athletica Vaticana, il gruppo sportivo Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, il “Cortile dei Gentili” e Fidal- Lazio, è un’iniziativa di beneficenza senza confini.

Per circa due mesi, tutti gli appassionati avranno la possibilità di aggiudicarsi, ogni settimana, esclusivi oggetti autografati ed esperienze sportive grazie alla partecipazione attiva di una pluralità di campioni, aziende e società. Sarà sufficiente accedere al sito www.charitystars.com, nella sezione dedicata all’asta We Run Together, selezionare l’oggetto o l’esperienza preferito e fare un’offerta superiore alla precedente o alla base d’asta. Ogni oggetto o esperienza resterà all’asta dieci giorni, allo scadere dei quali il miglior offerente vincerà il premio.

I proventi dell’asta di beneficenza We Run Together saranno devoluti al personale sanitario di due ospedali, il Papa Giovanni XXIII di Bergamo e la Fondazione Poliambulanza di Brescia, entrambe strutture che negli scorsi mesi si sono trovate ad affrontare in modo particolare l’emergenza sanitaria da Covid-19. We Run Together, infatti, come ha sottolineato Papa Francesco nel videomessaggio con cui ha presentato la campagna, «è un’iniziativa per aiutare e ringraziare le infermiere, gli infermieri e il personale ospedaliero, che stanno tutti vivendo la loro professione come una vocazione, eroicamente, mettendo a rischio la loro stessa vita per salvare gli altri».

Atletica leggera, automobilismo, basket, calcio, canoa, canottaggio, judo, karate, nuoto, pallavolo, pugilato, rugby, scherma, sport invernali, tennis, tiro a segno, vela e numerose discipline paralimpiche: ce n’è per tutti i gusti. In molti casi, insieme agli oggetti autografati, la possibilità di andare a cena con i campioni. Tutti sugli oggetti e le esperienze disponibili saranno pubblicati, oltre che su charitystars.com, su athelticavaticana.org, cortiledeigentili.com, fiammegialle.org e sui rispettivi canali social.

Video