Valzurio Trail, Iacopo Brasi e Giulia Lamberti firmano i nuovi record della competizione

286

di Marco Cangelli
Edizione da record per la Valzurio Trail, che ha aperto la stagione delle gare targate Fly-Up.

La competizione andata in scena sui sentieri della Valle Azzurra ha visto infatti i successi di Iacopo Brasi e Giulia Lamberti, che hanno condotto sul gradino più alto del podio la casacca verde de “La Recastello Radici Group”.

forbes

Favorito della vigilia, il 27enne di Rovetta ha abbassato notevolmente il primato appartenente a Fabio Pasini scattando sulla prima salita in compagnia di Mattia Tanara (Team Scott) facendo la differenza in particolare nel tratto di discesa.

L’atleta al via con la maglia del Team Scott ha così completato i 23 chilometri in programma in 01h57’53” distanziando di quasi tre minuti Tanara (2h00’16) e di oltre dieci Matteo Bossetti (Atletica Valli Bergamasche, 2h08’00”).

Stavo bene, stavo molto bene e sono riuscito a spingere come volevo. Mia nonna era proprio di Nasolino e quindi sono affezionato a questa vallata – ha spiegato nel dopo-gara Brasi -. Qua in Valzurio avevo già vinto, ma questa volta ho saputo gestire la prestazione decisamente meglio. Una gara che ho vissuto con il cuore prima ancora che con le gambe, e che vale il doppio perché vincere sui sentieri di casa e facendo pure il nuovo record, non ha prezzo“.

Valzurio Trail
Giulia Lamberti

In chiave femminile affermazione per la conterranea Giulia Lamberti, che non ha avuto rivali grazie al suo passo che le ha consentito di tagliare il traguardo di Nasolino in 2h24’49” con cinque minuti e mezzo sulla compagna di squadra Martina Tognin (2h30’03”) e di quasi venti Ivonne Buzzoni (Carvico Skyrunning, 2h43’07”).

Sono emozionata e poco abituata alle interviste. Che dire? Ho spinto bene, ho fatto il mio ritmo e mi sono ritrovata abbastanza presto da sola. Delle tre gare della Combinata Orobica è sicuramente quella che mi è piaciuta di più – ha sottolineato Lamberti -. Non conoscevo bene il tracciato ma nonostante ciò mi sono orientata bene. Complimenti per alla Fly-Up per l’ottimo balisaggio che fa sì che sia davvero impossibile perdersi“.

Grazie al risultato ottenuto all’ombra della Presolana la dottoressa seriana si è aggiudicata “La Combinata Orobica” che comprendeva la Sky del Canto e l’Arrancabotta e che ha visto al maschile l’affermazione di Maurizio Merlini.

Un ottimo inizio per la Fly Up che, confermato dal suo presidente Mario Poletti, ha avuto modo di alzare ulteriormente il livello della competizione facendo il pieno di iscrizioni con oltre 350 atleti al via.

Questa volta sono andati veramente forte. Complici la bella giornata, con un clima ideale per correre, e il terreno perfettamente asciutto e pulito, i ragazzi hanno potuto sgasare. E l’hanno fatto – ha raccontato Poletti -. Iacopo ha registrato un tempo fuori di testa, tallonato da Mattia che solamente in discesa ha dovuto effettivamente lasciarlo andare. In gara anche Oliviero Bosatelli. Una grande soddisfazione anche lo sponsor tecnico Scott avere questi atleti nel suo parterre, freschi freschi di rinnovo per il 2023“.